vendersi per denaro…. vendendo la nostra salute

se si vende il proprio corpo per denaro si chiama prostituzione, e per qualcuno (ma non per la maggior parte, dato che è il mestiere più antico del mondo) è una pratica moralmente inaccettabile.

se si vende il proprio voto si è probabilmente italiani, quasi sicuramente parlamentari italiani

se si vende la propria onestà mentendo pubblicamente si è quasi di sicuro degli scienziati (o pseudo-tali)

Umberto Veronesi è un oncologo di fama mondiale, ex ministro della sanità e sicuramente una persona la cui opinione ha una forte presa sulla gente comune (leggi ignorante)

Umberto Veronesi ha in comune con Zichichi la familiarità con le apparizioni televisive e l’aver perso (semmai l’avessero avuta) l’onestà intellettuale, ovvero il saper mantenere separate le proprie convinzioni personali dalle opinioni espresse in qualità di “esperti”

Umberto Veronesi ha mentito pubblicamente in televisione affermando che i moderni termovalorizzatori “non inquinano”

l’affermazione di Veronesi mi fa schifo, non per il concetto in se (chiunque può sbagliare, chiunque può ignorare gli studi compiuti, chiunque può non capire un cazzo di come funziona il ciclo dei rifiuti, del perché sono stati costruiti i termovalorizzatori, delle nanoparticelle emesse e non filtrate perché non esistono filtri in grado di filtrarle…)

chiunque può non sapere che le nanoparticelle emesse dai termovalorizzatori causano l’insorgere di tumori (ma un oncologo del calibro di Veronesi non legge, non si aggiorna?)

non tutti però hanno un interesse economico diretto nel negare che i termovalorizzatori inquinano

Veronesi ha interessi economici nel negare l’inquinamento dovuto ai termovalorizzatori dato che la sua fondazione percepisce finanziamenti da aziende che i termovalorizzatori li costruiscono e li gestiscono, per esempio:

ACEA – multiutility con inceneritori

PIRELLI – (petrolio, centrali ad olio combustibile)

ENEL (Centrali a Carbone ed oli pesanti e pure nucleare)

VEOLIA Envoirment (ditta che costruisce inceneritori!!!)

P.S.

a riprova del fatto che gli inceneritori non sono la soluzione ma solo un modo di affrontare temporaneamente il problema dei rifiuti dovuto al loro abnorme aumento, in Germania, “patria” di termovalorizzatori, si pianifica un loro smantellamento per approdare invece ad una gestione a ciclo chiuso dei rifiuti, dove il problema viene affrontato sin dalla produzione di un prodotto per poter avere un riciclo completo.

la notizia trae spunto da: Veronesi dichiara che “i moderni termovalorizzatori non inquinano”

a riguardo leggete anche l’articolo Cancronesi e le previsioni sul cancro sul blog di Beppe Grillo

9 febbraio 2009 – aggiornamento
le summenzionate ditte non figurano più tra le aziende partner della Fondazione Veronesi, bensì come partner per la Conferenza Mondiale The Future of Science, la quale è organizzata da tre fondazioni, cioè la Giorgio Cini, la Silvio Tronchetti Provera e la Umberto Veronesi

Interessante però andare a leggere quali siano i partner di queste fondazioni… ebben ritroviamo le assicurazioni Genereali, banca SanPaolo… insomma le aziende che a loro volta sono azioniste di Acea, Eni, Enel e compagnia bella… una bella operazione di maquillage insomma, ma grattando scostando il velo della fondazione ritroviamo le stesse aziende che finanziano le fondazioni

This entry was posted in ambiente & ecologia, che schifo, disinformazione, Italia, multinazionali and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.