come fare la disdetta

Innanzitutto se non avete già l’abbonamento ed acquistate un televisore, non date mai i vostri dati personali al negoziante, non insisterà se invocate la legge della privacy o se semplicemente gli dite che allora l’acquisto non vi interessa più.
Se possibile non fatevi consegnare il televisore a casa , portatelo via personalmente o almeno fatelo consegnare presso un amico che già paga il canone.
Ignorate qualunque lettera targata RAI, S.A.T., per quanto minacciose, soprattutto se non sono Raccomandate. Ogni tanto prendono l’elenco dei residenti e mandano le lettere a chi non risulta avere un abbonamento, ci provano perché sanno che in molti ci cascano.
Ricordatevi che il vostro domicilio è inviolabile e che nessuno può pretendere di entrare per nessuna ragione senza un mandato (non si è mai visto un Giudice firmare un mandato per cose così ridicole).

Se invece già pagate il cosiddetto “abbonamento” per non pagarlo più le regole del Re (…) non sono praticamente cambiate, l’R.D.L. n. 246 del 21 Febbraio 1938 prevede infatti solo due possibilità (cose dell’altro mondo…):

1 – denuncia di cessione del televisore a terzi (che subentrano nel cosiddetto “abbonamento”);
2 – suggellazione (sigillazione) dell’intero televisore!

1 – Cessione del televisore a terzi:
In questo caso è sufficiente compilare la cartolina D (B se è recente) precompilata allegata al libretto di “abbonamento” nella parte 1 indicando i dati del nuovo possessore o detentore*, ed inviarla SENZA BUSTA in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno entro il 31 Dicembre. Meglio farlo almeno qualche settimana prima perché in qualche caso hanno avuto il coraggio di contestare che è pervenuta dopo il termine.

* Possessore è il proprietario, detentore è chi usa l’apparecchio di fatto. Se il televisore è stato venduto andrà il nuovo proprietario, se il televisore è stato consegnato a terzi (ad esempio in prestito), chi lo riceve è il detentore, che deve ugualmente pagare il canone. Le leggi recenti sulla RAI fanno una confusione spaventosa di questi due termini appositamente per far rientrare nel canone qualsiasi ipotesi, anche ovviamente quest’ultima, in barba ad ogni buon senso.

2 – Suggellazione del televisore:
E’ il sistema più usato. Basta versare Euro 5,16 a mezzo Vaglia Postale Interno indirizzato a:
S.A.T. – CASELLA POSTALE 22 – 10121 TORINO
indicando la causale “diritti per spese chiusura apparecchio televisivo, ruolo n. XXXXXXX”
il numero di ruolo è indicato nel libretto di abbonamento e nei bollettini di pagamento del canone.
Compilare la solita cartolina D (B se è recente) allegata al libretto di abbonamento nella parte 2, indicando il numero del Vaglia, la data del Vaglia e la data, firmate e fate una fotocopia, inviate la cartolina in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno senza busta, almeno qualche settimana prima del 31 Dicembre. Conservate la ricevuta della Raccomandata e la fotocopia.
Quando riceverete la cartolina di ritorno, spedite in Raccomandata con Ricevuta di Ritorno il libretto di abbonamento, avendo cura di togliere le ricevute dei versamenti che avete corrisposto alla rai negli ultimi 10 anni.
Tempo totale 15 minuti!

Se non avete il libretto di abbonamento è possibile, dopo aver fatto il solito Vaglia Postale, spedire una lettera stavolta in busta chiusa Raccomandata con Ricevuta di Ritorno, al solito indirizzo:
S.A.T. – CASELLA POSTALE 22 – 10121 TORINO
con il seguente testo:

 

Spett. S.A.T. – CASELLA POSTALE 22 – 10121 TORINO

Il sottoscritto chiede la cessazione del Canone TV e chiede di far suggellare il televisore (N° di Ruolo …………………….. ) a colori detenuto presso la propria abitazione. A tale scopo ha corrisposto l’importo di Euro 5,16 a mezzo vaglia postale n° ………………….. del ……/……./20…… sul quale ha indicato il numero di ruolo dell’abbonamento. Dichiara altresì di non essere più in possesso del libretto di abbonamento e chiede a norma degli art. 2 e 8 della L. 241/1990 quale procedimento amministrativo intende seguire la S.A.T. ai fini del completamento di quanto disposto dall’art. 10 del R.D. n. 246 del 21/02/1938.

Cognome ………………………………………………….. Nome…………………………………………………..

Via……………………………………………………..

Città…………………………………………… CAP………….

Data ……………………………….

Firma ……………………………….

E’ più facile di quel che può sembrare e vedrete che ben difficilmente verranno a sigillarvi il televisore.
Se anche venissero non possono entrare senza mandato e se proprio siete buoni, fategli fare l’operazione fuori, in mezzo alla strada se necessario. In un secondo tempo la suggellazione ovviamente può essere tolta, previa richiesta scritta, e facendo ovviamente ripartire il canone.
L’operazione di suggellazione prevista dalla legge è incredibile: personale della Guardia di Finanza dovrebbero venire (senza necessariamente entrare in casa) per racchiudere il famigerato apparecchio televisivo dentro un sacco di juta adeguatamente sigillato. Nella realtà dei fatti ciò non accade più, al nostro povero Stato conviene in ogni caso lasciare che i televisori restino nelle case ben accesi, per controllare per bene l’informazione dei suoi sudditi.

Non chiedete di sigillare i soli canali RAI ! Qualcuno in buona fede ha aggiunto questa frase nella cartolina D o tramite lettera, con risultato che la S.A.T. ha considerato NULLA la richiesta, procedendo con le richieste dei pagamenti + mora + interessi…
Sappiamo bene che questa sarebbe come minimo una cosa sensata in democrazia, visto che nessuno ha chiesto alla RAI di emanare le sue onde nelle nostre abitazioni. Purtroppo per la legge basta il solo possesso o la detenzione di un televisore qualsiasi, (anche se nella vostra zona la RAI non si ricevesse, anche se il televisore fosse guasto !) per far scaturire l’obbligo del canone imposto, fino ad arrivare al pignoramento.

LA RAI AMMETTE: 253.426 LE DISDETTE NEL 1997 !

La campagna anti-RAI sta avendo i suoi effetti: per la prima volta in 43 anni, il saldo nuovi abbonati-disdette è stato nel 1997 NEGATIVO per una perdita totale di 45.000 “abbonati”, causata da ben 253.426 disdette al canone e pervenute guarda un po’… quasi tutte dalla Padania!
Meditiamo, e divulghiamo per difendere il nostro diritto all’informazione !

riepilogando…

Come disdire correttamente il canone

  1. Chi intende disdire, deve prima accertarsi di aver pagato per intero il canone dell’anno in corso e di non avere altre pendenze con IL S.A.T.. (Sportello Abbonamenti Tv, fino a due anni fa si chiamava Urar tv).
  2. E’ necessario possedere il libretto di abbonamento, per cui, chi non lo ha, deve farne richiesta con raccomandata ricevuta di ritorno all’ente suddetto, specificando il nominativo del titolare richiedente, l’indirizzo e il numero di ruolo dell’abbonamento che troverete sui bollettini prestampati che. vi inviano a casa per il pagamento. (conservate una fotocopia della lettera che invierete al S.A.T.)
  3. Versare 5,16 euro con vaglia postale (IMPORTANTE: IL VAGLIA NON E’ IL BOLLETTINO ORDINARIO), specificando nella causale del versamento “per disdetta canone numero di ruolo: scrivete il vostro numero di ruolo”. Beneficiario del versamento è il S.A.T., casella postale 22, 10121 TORINO. L’agenzia di pagamento è: TORINO VAGLIA E RISPARMI (non sempre il vaglia richiede questa specificazione).
  4. Staccare dal libretto la cartolina “d” , (la “b” se il vostro libretto e’ recente) intitolata “denuncia di cessazione dell’abbonamento tv”.Barrare la casella 2 che riporta la richiesta di suggellamento. Quindi compilare gli spazi in bianco riportando il numero del vaglia e la data del versamento.Più sotto, trovate lo spazio per la data di spedizione della cartolina, riportatela e apponete la vostra firma.Sul retro della cartolina riportare nome cognome e indirizzo del titolare che intende disdire. Correggete inoltre il vecchio indirizzo URAR TV in SAT.

    Fate fotocopia della cartolina (davanti e dietro). L’originale della cartolina va spedito senza imbustare con raccomandata ricevuta ritorno all’indirizzo già stampato.

  5. Quando riceverete la cartolina di ritorno, (comunque non aspettate oltre il 31 dicembre) spedite con raccomandata ricevuta ritorno il libretto di abbonamento, avendo cura di togliere le ricevute dei versamenti che avete corrisposto alla rai nel corso degli ultimi 10 anni.

Tutta la procedura va eseguita entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno in corso.

Vi ricordo che l’indirizzo a cui dovete inoltrare le raccomandate è:

1° ufficio entrate Torino
S.A.T Sportello Abbonamenti Tv
Casella postale 22
10121 Torino

108 Responses to come fare la disdetta

  1. beppe ITALY says:

    ok..!. ma se un tizio ha ceduto(cedente) il suo apparecchio tv, es. il 12.12.2007 ad un altro abbonato
    (cessionario) ed il cedente non possedendo il libretto come fà a farsene spedire uno da poterlo
    utilizzare in tempo utile tale che la S.A.T. lo riceva entro il 31.12.2007 ? Io ho spedito la disdetta/ces-
    sione con una lettera raccomandata precisando di non essere in possesso del libretto, nella lettera ho
    inserito tutti i dati dei due abbonamenti,del cedente e del cessionario, e loro mi hanno risposto che
    la richiesta era inefficace per la chiusura dell’abbonamento in quanto non contiene l’indicazione del
    tipo degli apparecchi ceduti, e che quindi per rendere efficace la denuncia mi hanno allegato una
    dichiarazione sostitutiva di notorietà da far controfirmare al cessionario specificando marca tv
    e pollici degli apparecchi tv e mi hanno allegato due bollettini di ccp di cui uno 54.09 euro
    per recupero canone abbonamento ed uno di 8,33 euro per sanzione amministrativa..
    ma se io non ero in possesso del libretto come facevo a sapere di dover compilare tutta quella roba?
    e poi comunque in quella lettera io chiedevo anche che cos’altro c’era bisogno di fare per chiudere
    amministrativamente la pratica… questi invece imperterriti ti chiedono ancora soldi e ti sanzionano
    pure…

    grazie anticipatamente per una eventuale risposta.

  2. ALESSANDRA ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

    Le volevo chiedere un’informazione:

    al 18.12.2007 ho inviato la disdetta del canone Rai come da voi descritto con pagamento vaglia etc….
    Non ho però inviato la cartolina “d” perchè nn trovata e nn ho rispedito il libretto di abbonamento….
    Ora è il decimo sollecito che mi fanno e minacciano di procedere per vie legali…..
    Come mi devo comportare??????

    • Bruno ITALY Linux Mozilla Firefox 7.0.1 says:

      @Alessandra
      preliminarmente le posso confermare che, se viene eseguita pedissequamente la procedura descritta in questa pagina, la rai non ha motivo nè modo di pretendere alcunché

      come può leggere dall’articolo, in caso di smarrimento del libretto è possibile richiederlo (tramite raccomandata) e rispedire la cartolina D (o B) debitamente compilata, o alternativamente spedire tramite raccomandata A.R. una autocertificazione… questo servirebbe a associare il pagamento del vaglia a una precisa richiesta autografa (la sigillazione dell’apparecchio), il tutto fatto in conformità alle normative vigenti

      poichè la Rai è tristemente nota per la sua scarsa chiarezza su questa procedura e sulle sue pratiche vessatorie nel richiedere (a volte senza titolo per farlo) il pagamento del canone, è doveroso conservare copia di tutta la documentazione relativa sia al pagamento dei canoni dovuti, sia alla procedura di disdetta dell’abbonamento

      come prima cosa pertanto le suggerirei di verificare la documentazione in suo possesso
      subito dopo, le consiglio di consultare l’ottima sezione dedicata al canone rai sul sito dell’ADUC e eventualmente sottoporre la sua situazione alla loro attenzione (se fatto online è gratis)

      le segnalo inoltre un articolo che potrebbe descrivere la sua situazione (inquadrandola nella casistica dei comportamenti vessatori e scorretti della Rai): La Rai impedisce ai cittadini di disdire il canone-tassa. Come difendersi e combattere arroganza e illegalita’

      un’ultima cosa: le comunicazioni che la rai le invia sono a mezzo raccomandata o tramite lettera ordinaria?

      spero che questa mia risposta le sia di aiuto

  3. ALESSANDRA ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

    La ringrazio Bruno per aver risposto al mio quesito e le volevo dire che le lettere che mi invia la rai sono lettere no raccomandate.
    Saluti

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 8.0 says:

      @Alessandra

      per esperienza (sia personale che di persone che conosco) posso dirle che ci sono operatori economici anche di livello nazionale che vessano i loro ex-clienti con richieste di pagamenti spesso e volentieri non dovuti

      se ritiene di non dover corrispondere nulla all’operatore (la Rai nel suo caso) può tranquillamanete riservarsi di attendere una comunicazione tramite raccomandata… le consiglio inoltre di non rispondere a nessuna loro lettera in quanto costituirebbe una prova del fatto che lei ha ricevuto la comunicazione, inoltre potrebbe rispondere in un modo “non idoneo” a tutelare i suoi interessi

      Le agenzie di recupero del credito spesso vessano con richieste formulate in termini vagamente minacciosi (adire azioni legali, aggravio di spesa) seguite dal consiglio di regolazzarsi subito… dopo anni di lettere, sms, email e telefonate non mi è ancora stata recapitata una raccomandata o una citazione… e fanno bene a non inviarmela perché avrei un documento con cui presentarmi in tribunale e citarli in giudizio (probabilemente per “vantato credito”)
      se non le inviano raccomandate è (molto) probabile che siano ben consapevoli della fragilità-inconsistenza della loro richiesta di denaro

  4. ALESSANDRA ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

    Bruno la ringrazio ancora e a questo punto concordo con Lei, Nn risponderò ai solleciti ……e vedremmo poi come si comporteranno in merito.
    La terrò aggiornata se ci fossero novità.
    Grazie

  5. Simona FRANCE Linux Mozilla Firefox 6.0.1 says:

    Innanzitutto grazie per le informazioni che ho trovato in questo sito.
    La mia domanda riguarda un caso diverso dai due metodi per richiedere la disdetta, ossia il trasferimento all’estero. Considerando che ci siamo trasferiti all’estero per lavoro a tempo indeterminato, e pertanto abbiamo portato via con noi buona parte dei nostri averi, tranne i mobili, vorrei sapere se posso comunque fare la disdetta, e in che modo, visto che non solo non utilizzerò più il televisore (almeno in italia) ma non guarderò neanche i canali italiani, Rai inclusi.
    Devo comunque fare richiesta di suggellare la tv (che non esiste più) o basta una raccomandata in cui comunico che sono all’estero e che sarà mia premura ricontattare l’agenzia delle entrate una volta che, chissà, saremo rientrati in italia?
    Grazie per le vostre risposte.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 8.0 says:

      sul sito della rai (http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/FAQ.aspx) c’è una voce relativa a chi ha la residenza all’estero (http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/RisposteFAQ.aspx?ID=44)

      può disdire l’abbonamento solo se ha trasferito la sua residenza all’estero, se invece si è solo trasferito (conservando la residenza in Italia) non potrebbe addurre tale motivazione

      se ha mantenuto la residenza in Italia, le suggerisco di procedere con la richiesta di suggellazione dell’apparecchio… potrebbe dichiarare che l’apparecchio è stato portato fuori dell’Italia, ma questo significherebbe appellarsi al buon senso della rai (senza basarsi su di una procedura legale ben collaudata), ma la rai non è nota per il suo buon senso nella riscossione del canone … poichè in pratica non viene mai inviato nessuno a suggellare un apparecchio, il al suo posto agirei come le ho suggerito

  6. Georgieva Virginiya Petrova ITALY Windows Vista Internet Explorer 9.0 says:

    da anni non abito in inderizo che mi continuanno arivare boleti da pagare, abbitavo li in afito per un po di tempo non mi sembra gusto pagare una boleta cosi, non so come fare e chi ciedere per aiutto per la situazione

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 8.0 says:

      salve, per poterle dare un consiglio avrei bisogno di alcuni dettagli:
      1) lei riceve richieste di pagamento del canone rai intestate a lei ?
      2) ha mai pagato il canone rai intestato a lei ?
      3) oltre a ricevere richieste di pagamento relative all’appartamento in cui sitrovava prima in affitto, riceve richieste anche per l’abitazione dove attualmente si trova ?
      4) le richieste le arrivano tramite lettera normale o tramite raccomandata ?

      per quel che mi è possibile cercherò di aiutarla…

  7. Vincenzo ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 8.0 says:

    Buongiorno,
    abito in una casa dove una volta si pagava regolarmente il canone. Alla morte del proprietario è stata inviata una disdetta alla Rai e quando in seguito io sono venuto a stare qui non ho riattivato l’abbonamento (posso eventualmente risalire ai documenti di disdetta).
    Ogni anno mi è stato inviato l’invito per posta a riattivare l’abbonamento Rai, cosa che io non ho fatto. Dall’autunno 2011 i funzionari Rai sono passati di persona di casa in casa nel mio paese di residenza: nel mio caso specifico hanno lasciato un bollettino da loro compilato per stipulare un nuovo abbonamento valido dalla data della visita (nb: io mi trovavo al lavoro) a fine anno 2011. C’era inoltre un documento che certificava il loro passaggio. In dicembre ho ricevuto per posta un nuovo sollecito a pagare quanto indicato nel bollettino che mi era stato lasciato dai funzionari.
    Come posso fare per evitare di pagare un abbonamento che non m’interessa pur avendo una vecchia tv in casa che però non viene mai accesa/utilizzata? Ti prego di tenere anche conto del fatto che io non ho acquistato nessuna televisione nuova quindi non c’è niente che certifichi un cambiamento dalla disdetta dell’abbonamento precedente.
    Cordiali saluti, Vincenzo

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      Salve,
      se ho ben capito non c’è nessun documento (registrazione della TV) o ricevuta firmata da lei che certifichi che lei è in possesso di un apparecchio televisivo, giusto?

      le lettere che lei riceve dalla RAI sono lettere semplici o raccomandate con una ingiunzione di pagamento?

      nel caso riceva lettere semplici ritengo che possa semplicemente ignorarle, infatti l’invio di lettere con la richiesta di pagare il canone vengono invate dalla rai quasi “a tappeto”, poichè partono dal presupposto che in ongi casa ci debba esere almeno una TV (come la rai prova a riscuotere il canone)

      può essere che lei riceva tali lettere perché ha una linea adsl attivata a casa sua (infatti alla rai presumono che chi abbia una linea adsl debba avere anche una TV)

      le rammento inoltre che nessun funzionario della rai ha il diritto di entrare incasa sua per effettuare una ispezione, possono fare solo le forze dell’ordine su mandato dell’autorità giudiziaria. Pertanto, si potrà invitare il funzionario RAI ad andarsene. Se il funzionario insiste, può tranquillamente chiamare il 113.

      se ha ulteriori dubbi non esiti a domandare, inoltre può consultare la sezione dedicata al canone rai sul sito della ADUC
      a presto
      Bruno

  8. francesca ITALY Linux Safari 534.13 says:

    Salve,
    Io pago il canoce TV per il mio locale publico, vorrei far suggellare il cacone sono ancora in tempo per bloccare quest’anno 2012? Grazie:-)

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      Riguardo il 2012 mi spiace ma è fuori dei tempi previsti dalla legge.
      La richiesta di suggellazione dell’apparecchio televisivo va fatto, se non mi sbaglio, entro novembre e permette di non pagare il canone Rai a decorrere dall’anno successivo

    • Roberto Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.56 says:

      Ciao Francesca,
      anch’ io ho un locale pubblico, sai se e’ possibile sugellare il canone anche per noi?
      Sono gia’ venuti a sugellartelo?

      Grazie

      Roberto

      • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 13.0.1 says:

        ciao Roberto,

        nel caso di un locale pubblico penso si debba procedere con la disdetta del canone e provvedere a rimuovere gli apparecchi televisivi dal locale

        la procedura per la sigillazione descritta in questo blog è intesa per le persone fisiche, non sono sicuro che si possa applicare esattamaente con le stesse modalità per un esercizio pubblico

        a presto
        Bruno

  9. Francesco ITALY Windows Vista Internet Explorer 9.0 says:

    salve
    ho appena ricevuto la “lettera” della rai chiedendomi di pagare il canone.
    Io ho effettuato il cambio di residenza ad ottobre 2010, ma in realtà vivo cn i miei genitori ancora per poco in quanto la data del matrimonio si sta avvicinando!!!
    Inoltre nella lettera c’è una cartolina pre-affrancata dove mi dice: “se l’abbonamento o il versamento è intestato a persona convivente e appartiene al medesimo nucleo familiare del destinatario della presente cartolina, si prega di fornire i dati.
    Cosa mi consigli di fare? grazie anticipatatamente per la risposta

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      ciao Francesco,
      è molto probabile che ti è stata inviata a seguito del suo cambio di residenza…
      il fatto che vivi con i tuoi genitori ancora per poco mi fa pensare che durante quest’anno ti trasferirai nella abitazione che hai indicato come tua residenza;
      se il canone richiesto si riferisce all’anno 2012 ti suggerirei di pagarlo per poi procedere, tra qualche mese, alla richiesta di sigillazione dell’apparecchio secondo le modalità indicate nel sito…

      ti suggerisco questo perché altrimenti dovresti imbarcarti in una non semplice spiegazione della tua situazione alla rai (la quale è famosa per non essere molto comprensiva, accanirsi con la gente normale e non richiedere il dovuto a aziende e società rilevanti);
      inoltre prima o poi dovrai trasferirti nella nuova casa dove presumo che avrai un televisore…
      a questo punto, invece di rimandare la faccenda, io penso che valga la pena di sistemarla per bene (ovvero secondo i termni di legge), se invece dovessi addurre motivazioni per no pagare il canone che non fossero accolte, ti ritroveresti a dover pagare sia il canone che le sanzioni, oltre a rischiare di avere a che fare con Equitalia… procedendo come ti suggerisco invece pagheresti si un canone, ma a partire dal prossimo anno potrai non pagarlo avendo la legge dalla tua parte…

      la richiesta di sigillazione potresti farla diciamo entro agosto-settembre, quando probabilmente avrai ricevuto il libretto relativo al tuo abbonamento rai;
      subito dopo averlo ricevuto procedi tranquillamente alla richiesta di sigilllazione

      a presto
      Bruno

  10. Posso fare la disdetta per rottamazione ? Qual è la procedura?
    A chi mi devo rivolgere per la rottamazione?

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      è possibile fare la disdetta per rottamazione
      ovviamente sarebbe molto meglio avere una ricevuta comprovante la rottamazione
      per rottamare un televisore (o un qualunque rifiuto elettronico) può recarsi con il suo apparecchio in un negozio che vende tali apparecchi (es. Mediaworld, Euronics, etc..) e consegnarlo per lo smaltimento facendosi firmare una ricevuta
      le ricordo che tali esercizi commerciali sono tenuto a prendere in carico l’apparecchio da smaltire anche se lei non acquista nulla

      per la raccomandata da inviare alla rai può trovare un fac-simile a questo indirizzo: http://sosonline.aduc.it/modulo/disdetta+canone+rai_24.php

  11. davide Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    io mi sono separato,e vivo in casa con i miei dove mio padre paga regolarmente il canone intestato a lui.la mia ex vive nella casa che ero residente anch io prima della separazione,si è fatta abbonamento a nome suo e risulta nuova abbonata.mi è arrivato da pagare abbonamento annuale a me intestato nella vecchia residenza.come devo fare x nn pagarlo?devo fare a/r a chi?cosa devo scrivere?io naturalmente nn sono intenzionato a pagare in quanto nn risiedo più li e li risulta esserci nuova abbonata.grazie mille

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      salve, se lei ha fatto il cambio di residenza presso la casa dei soi genitori (i quali già pagano l’abbonamento), può inviare una raccomandata a/r alla rai in cui segnala il suo cambio di residenza. Potrebbe risulatare utile segnalare che la sua ex ha attivato un nuovo abbianmento a lei intestato presso la sua precedente abitazione.

      La rai potrebbe al più far inviare un vigile urbano per verificare l’effettivo cambio di residenza, ma una volta constatato che dove lei vive c’è già un abbonamento attivato, non dovrebbe più avere richieste di pagamento (Cosa succede se smetto di pagare il canone rai dopo un cambio di residenza?)

      le consiglio vivamente di conservare con cura copia di tutta la corrispondenza con la rai e la ricevuta di ogni raccomandata

  12. nicoladit ITALY Windows Vista Internet Explorer 9.0 says:

    Buongiorno,ho eletto residenza nel mio appartamento a dicembre 2010. Ho contratto matrimonio a settembre 2011 e vivo con mia moglie. Ho ricevuto in data 01 febbraio 2012 la comunicazione Rai, con lettera semplice non raccomandata, che il mio nominativo, all’indirizzo indicato nella lettera, non risulta inserito negli elenchi degli abbonati. Desideravo sapere cosa devo fare, dal momento che non ho mai pagato precedentemente. Devo pagare oppure posso disattendere tranquillamente la richiesta?
    Grazie in anticipo.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 9.0.1 says:

      salve,
      la rai invia una lettera con la richiesta del canone senza essere realmente sicura che a casa del destinatario vi sia un televisore, ma solo presumendolo.
      i nominativi cui inviare la richiesta vengono presumibilmente presi consultando le nuove attivazioni di contratti per la fornitura dell’energia elettrica (o telefonica, adsl, etc…)

      parto dal presupposto che lei ha un televisore in casa:
      1) lei può dichiarare che non lo ha e evitare adesso di pagare il canone, però a seguito di una verifica la sua situazione non sarebbe molto felice perché verrebbe caricato probabilemnte anche di spese aggiuntive e sanzioni
      2) l’altra opzione è quella di pagare il canone e procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio televisivo tra qualche mese, infatti tale richiesta va fatta di sicuro prima di novembre e ha effetto a partire dall’anno successivo. In questo modo lei pagherà si il canone per un anno, però a partire dall’anno prossimo non sarà più tenuto a pagarlo fino realisticamente per molti anni, ovvero fino a quando non le invieranno un funzionario a casa per la sigillazione… inoltre sarà perfettamente a posto dal punto di vista legale.

      le consiglio di leggere gli articolo su questo sito relativi al canone rai per sapere cosa comporta la procedura, cosa può e soprattutto cosa non può fare la rai e i suoi incaricati, come procedere correttamente per fare la disdetta

      per qualsiasi altro dubbio non esiti a chiedere, cercherò di aiutarla al meglio delle mie capacità
      Bruno

  13. SANDRA RAELI ITALY Windows XP Google Chrome 16.0.912.77 says:

    SALVE,MI CHIAMO SANDRA,HO 28 ANNI E ABITO IN CASA CON I MIEI,CIRCA 5 ANNI FA I MIEI HANNO ACQUISTATO PER ME LA CASA DEI NONNI DEFUNTI.IO NON ABITO IN QUESTA CASA PERCHE’ NECESSITA DI LAVORI DI RESTAURO,RISULTO PERO’ ESSERE RESIDENTE. DA QUALCHE ANNO MI ARRIVANO RICHIESTE DI PAGAMENTO DEL CANONE TV….COSA DOVREI PAGARE VISTO CHE NON ABITO IN QUELLA CASA ? HO PROVATO A FAR CAPIRE CHE SONO DOMICILIATA IN UN’ALTRA VIA MA NON HO AVUTO NESSUN RISULTATO.HO MANDATO LETTERE MA NON E’ SUCCESSO NULLA.

  14. SANDRA RAELI ITALY Windows XP Google Chrome 16.0.912.77 says:

    COSA POSSO FARE ??? QUALE DOCUMENTO DEVE MANDARE ALLA RAI PER NON RICEVERE PIU’ ALCUN SOLLECITO ? MI PUOI AIUTARE ?SPERO PROPRIO DI SI. GRAZIE E CIAO .

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 11.0 says:

      salve,

      i solleciti le arrivano tramite lettera normale o raccomandata?

      nella casa che fu dei suoi nonni, risulta attivo un contratto per la fornitura di energia elettrica? se no, lei può rispondere alla rai dicendo che non abita in uella casa e segnalare la mancanza di fornitura di energia in quella casa come argomento a sostegno di quanto indicato…
      se non abita in una casa non è tenuta a pagare il canone rai

      P.S:
      lei ha il domicilio nella casa in cui vive con i suoi genitori ?

  15. Franco ITALY Windows 7 Google Chrome 16.0.912.77 says:

    Buongiorno, ho trasferito agli inizi del corrente mese il televisore che avevo nel mio locale (una pizzeria) presso il mio appartamento privato ove ho già effettuato il pagamento per l’anno 2012 a metà dicembre.
    Siccome so di dover pagare almeno parzialmente il canone speciale 2012 non avendo disdetto entro dicembre ma non avendo ancora ricevuto i bollettini di pagamento nonostante i miei ripetuti solleciti al call center RAI, cosa sono tenuto a pagare?
    L’anno intero?
    Solo il primo trimestre previa comunicazione tramite raccomandata?
    Solo il primo semestre previa comunicazione tramite raccomandata?
    Grazie per la risposta.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 10.0 says:

      salve,

      che io sappia la tassa per il possesso di un apparecchio televisivo (il canone) ha cadenza annuale;
      poichè lei non ha disdetto per tempo (prima di novembre) il canone relativo alla sua pizzeria, alla rai risulta che lei deve pagare l’intero anno 2012
      la possibilità di pagare il canone in due rate semestrali è solo un aforma di rateizzazione, non implica che l’abbonamento possa durare solo 6 mesi

      potrebbe provare a spiegare la situazione alla rai mediante una raccomandata, ma presumibilemte le risponderanno che lei non ha effettuato la disdetta nei tempi previsti

      pertanto, al suo posto pagherei il canone relativo al 2012 e procederei con la disdetta del canone relativo alla sua pizzeria quanto prima per non doverlo pagare dall’anno successivo

      le rammento che è estremamente consigliato conservare copia della raccomandata di disdettta inviata alla rai e la relativa ricevuta di ritorno

      a presto
      Bruno

  16. maria vittoria ITALY Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    sono tre anni che sono in affitto e pago il canone rai intestato alla proprietaria di casa questanno mi e arrivato il canone intestato a me e anche un bollettino intestato alla padrona di casa cosa devo fare

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 10.0.2 says:

      salve,
      se lei ha un contratto di affitto regolare (N.B. un contratto di affitto non registrato non ha nessun valore) le compete solo il pagamento del canone intestato a suo nome, quello intestato a nome della proprietaria della casa probabilemnte le arriva perchè la proprietaria non ha mai comunicato il cambio di residenza…

      nel caso di mancanza di un contratto regolare le compete solo pagare il canone intestato a suo nome
      le rammento inoltre che, in caso di affitto in nero, si può ottenre un contratto regolare di 4 anni a circa un 1/5 del valore di mercato dell’immobile

  17. Francesco ITALY Windows XP Google Chrome 17.0.963.79 says:

    Buongiorno,

    2 anni fa ho fatto richiesta di suggellamento del televisore ed è stata accolta. L’abbonamento era intestato a mia moglie.
    Adesso mi è arrivata una lettera (no raccomandata) in cui chiedono il pagamento a mio nome, in alternativa indicare l’intestatario dell’abbonamento. Non è prevista una dicitura che permetta di specificare che un altro componente del nucleo familiare ha richiesto i sigili alla TV; come mi devo comportare?

    Grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 11.0 says:

      salve,
      riassumo la sua situazione per essere sicuro di aver ben compreso:

      lei ha fatto correttamente la richiesta di sigillazione dellìapparecchio relativamente all’abbonamento intestato a sua moglie
      tale richiesta è stata accolta

      adesso la Rai ha inviato una richiesta di pagamento del canone intestando la richiesta a suo nome
      però tale comunicazione è arrivata tramite lettera semplice e non raccomandata

      se lei ha conservato la copia della documentazione relativa alla disdetta dell’abbonamento intestato a sua moglie, a mio avviso può tranquillamente ignorare la richiesta pervenutale dalla rai e riservarsi di rispondere solo quando le invieranno una comunicazione tramite raccomandata.
      In tale occasione potrà citare la precedente disdetta dell’abbonamento intestato a sua moglie

      la lettera che le è pervenuta è dovuta a una procedura a quanto pare abituale da parte della rai e che consiste nell’inviare rihcieste di pagamento a chi risulta intestatario di utenze quali luce o telefono

      a presto
      Bruno

  18. Eli ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

    Salve, 4 anni fa mi sono separata e il mio ex si è trasferito in un altro comune, in una casa in affitto e so che paga il canone. Io sono rimasta nella casa coniugale e ho continuato a pagare il canone intestato a mio marito. Ora l’atroce dubbio che potrei farne a meno :( Per quest’anno ho pagato ancora il canone, se pur a fatica, avendo problemi di lavoro e tante spese. Ora mi chiedo: avendo pure il vecchio televisore da smaltire (ASM) posso in qualche modo cessare questo vampirismo?? se smetto di pagarlo e basta cosa succede? A loro dovrebbe risultare comunque che mio marito paga il canone (anzi due volte, in due indirizzi diversi!) io nn posso dare disdetta nn essendo intestataria di alcun canone. La ringrazio anticipatamente per qualsiasi risposta mi possa fornire

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 11.0 says:

      il canone che lei ogni anno paga è intetsato a lei o asuo marito ?

      se è intestato a suo marito non le compete minimamente pagarlo ma spetta a suo marito

      se è intestato a lei ha il diritto di fare richiesta di sigillazione dell’apparecchio
      oppure, se non abita più nella casa dove si trova l’apparecchio oggetto dell’abbonbamento, può chiedere la disdetta dell’abbonamento rai in questione

      quindi lei può immediatamente smettere di pagare se il canone non è intestatoa lei
      se è intestato a lei può fare richiesta di sigillazione dell’apparecchio o di cessazione dell’abbonamento

      a presto
      Bruno

      • Eli ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

        Grazie Bruno, il canone è intestato al mio ex marito, ma lo paga già dove abita abitualmente. Siamo in ottimi rapporti e vorrei sapere cosa succede se dal 2013 senza alcun avviso alla RAI non dovesse più arrivare uno dei due abbonamenti (quello che pago io) Preciso che lui non risulta più nè nel mio nucleo familiare nè come residenza a casa mia

        Grazie

        • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 11.0 says:

          quindi per uno stesso indirizzo state pagando due canoni diversi, uno intestato a lei e uno intestato a suo marito ?

          in tal caso dovrebbe farre la disdetta per quello intestato a lei in quanto non più residente

          come consiglio le direi di non procedere mai arbitrariamente con la sospensione del pagamento del canone senza prima aver completato l’iter di disdetta o richiesta di sigillazione, altrimenti la rai avrebbe tutte le ragioni a considerarla morosa

          Bruno

          • Eli ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

            no io nn ho canoni intestati. Il mio ex marito ha intestato due canoni: uno di quando eravamo sposati con l’indirizzo dove io continuo a vivere e l’altro sempre intestato a lui con l’indirizzo dove risiede tuttora.

  19. Carlo Rosato ITALY Windows Vista Mozilla Firefox 11.0 says:

    Ciao Bruno, io ho sempre pagato il canone ma dal 2009 ho fatto la regolare richiesta di sugellazione della mia tv, premetto che continuo a guardare regolarmete la tv ho un abbonamento a SKY ma nn intendo pagare il canone perche il servizio RAI lo ritengo estremamente mediocre, a dicembre 2011 ho ricevuto una semplice visita di un funzionario RAI a cui ho detto di aver fatto richiesta di suggellazione del televisore e’ andato via senza rilasciarmi alcun bollettino di pagamento, ma ho ricevuto alcuni giorni fa una lettera dalla RAI che mi invita a mettermi in regola pagando l’abbonamento come devo comportarmi !? Distinti saluti.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 11.0 says:

      salve, la lettera che le ha inviato la rai è una raccomandata o una lettera semplice?
      inoltre nella lettera in che termini le chiedono di mettersi in regola? per caso fanno riferimento a una visita da parte di un loro funzioanrio?

      se la lettera ricevuta non è una raccomandata e non menzioana ula vista del funzianario, può supporre che sia stata inviata a lei come a tante a ltre persone… ovvero a caso…
      in tal caso può ingnorare la lettera e tenere ben conservata la documentazione relativa alla disdetta

      le rammento che un funzioario rai non ha il diritto di entrare in casa sua se non in presenza del mandato di un giuice…

      • Carlo Rosato ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 11.0 says:

        Salve Bruno la ringrazio per la risposta, comunque si tratta di una semplice lettera che dice ” che il mio nominativo segnalato a seguito di visita informativa effettuata da un agente all’indirizzo mio nn risulta negli elenchi degli abbonati alla tv e’ quindi mi invitano a pagare per evitare eventuali sovrattasse e sanzioni, nn ho ricevuto comunicazioni riguardo riguardo la visita di un funzionario. Le ricordo che ho fatto regolare richiesta di sugellazione del mio apparecchio televisivo in quanto nn intendo pagare il canone pur continuando a vedere la tv ” PAGARE IL CANONE LO RITENGO UNA TRUFFA” per cui intendo continuare questo braccio di ferro. Cosa mi consiglia, posso continuare su questa linea? Sicuro di una sua risposta la ringrazio anticipatamente un saluto Bye.

        • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

          salve,

          fino a quando non la rai non provvederà a ottemperare alla sua richiesta di sigillazione dell’apparecchio televisivo, ritengo che non costituisca un problema avere abbonamneti con Sky o altre pay-TV

          lei ha chiesto che l’apparecchio venga sigillato, non che rinuncia da oggi in poi a vedere la TV…

          poiché lei ha fatto richiesta di sigillazione e la Rai comunica con lei tramite lettera e non raccomandata, le durei che può stare tranquillo e ignorare le comunicazioni minatorie…

          il motivo (da molti ritenuto condivisbile) per cui lei non vuole più pagare il canone va bene… però tengo a ricordare che la procedura che lei sta seguendo (la richiesta di sigillazione) è perfettamente legale ed è possible perchè la rai, il parlamento, l’AGCOM (ho omesso qualcuno?) non fanno quanto richiesto da più parti, ovvero riformare la Rai e il meccanismo del canone… probabilmente non viene fatto perché si andrebbe a rimetter mano anche ai criteri di assegnazione dei posti di comando in Rai e si dovrebbe ro mettere in mora numerose aziende (anche publbiche) che ogni anno evadono il canone per milioni di euro…

          a presto
          Bruno

  20. barbara ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 12.0 says:

    Caro sigr Bruno,

    prima di tutto grazie per le informazioni e per il sito, molto chiaro
    Il mio caso è un po’ diverso
    Io non ho la televisione da 10 anni, da quando cioè sono andata ad abitare da sola.
    Non pago quindi l’abbonamento rai, ma ogni anno mi arrivano minacce di pagamento
    Come devo fare per essere lasciata in pace?
    c’è un modulo per dichiarare che NON si possiede la televisione?
    La ringrazio molto e le auguro una buona giornata!

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      le “minacce di pagamento” le vengono tramite lettera normale inviata dalla rai con allegato un bollettino per pagare, giusto?

      in tal caso può tranquillamente ignorarle e riservarsi di rispondere solo nel momento in cui la contatteranno tramite raccomandata

      ad ogni modo, se preferisce cercare di chiarire la sua posizione con la RAI, può provare inviando una raccomandata all’ufficio abbonamenti Rai (l’indirizzo dovrebbe trovarlo sulle lettere che le arrivano) dichiarando di non possedere alcun apparecchio televisivo e che pertanto non le compete il pagamento di alcun canone, diffidandoli contestualmente dall’inviarle ulteriori richieste di pagamento
      le raccomando di fare un raccomandata con ricevuta di ritorno e conservare copia della lettera inviata

      grazie per la sua considerazione circa il mio sito

      a presto
      Bruno

  21. Rebecca ITALY Mac OS X Safari 7534.48.3 says:

    Salve,
    la scorsa settimana mi é arrivata per posta una lettera (lettera semplice, non raccomandata) dall’ Agenzia dell’ Entrate – Sportelo S.A.T. di Torino, firmata dal una certa dott.ssa Cristina Varesano; riporto qui di seguito quanto scritto su tale lettera: “sulla base delle informazioni anagrafiche ottenute da questo ufficio, il titolare dell’ abbonamento in oggetto risulta essere deceduto.
    Al fine di evitare che Lei, in qualità di familiare convivente, possa incorrere nelle sanzioni di legge previste per il caso di detenzione dell’ apparecchio televisivo senza essere in possesso di regolare abbonamento, decorsi 3 mesi ed in mancanza di indicazioni, si provvederà alla variazione dell’ intestazione al Suo nominativo (art. 13 R.D.L. n. 246/1938).”
    premetto che:
    - titolare dell’ abbonamento RAI era mio padre (defunto da circa quasi 3 anni);
    - i canoni RAI sono sempre stati pagati regolarmente (quindi anche quello per il 2012);
    - la lettera é indirizzata a me che sono la figlia e non a mia madre, cosa alquanto strana (solitamente ci si rivolge al coniuge e non ai figli, anche se i figli sono conviventi)
    non capisco perché mi é arrivata questa lettera, visto che:
    - TUTTI gli abbonamenti sono stati pagati puntualmente tutti gli anni;
    - non capisco l’ atteggiamento assenso – consenso di variare l’ intestazione dell’ abbonamento (tra l’altro, ripeto, a mio nome), qualora non ci fosse da parte mia una comunicazione;
    - non é possibile lasciare il nominativo di mio padre (anche se defunto), come si fa anche ad es. per l’ abbonamento Telecom, Enel?(tanto i soldi a loro arrivano lo stesso)
    Ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.

    Rebecca

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      il fatto che le sia arrivata la lettera solo dopo tre anni dalla dipartita di suo padre è probabilmente dovuto a aggiornamenti nelle informazioni in possesso della Rai, quindi non ci porrei particolare enfasi

      sul silenzio-assenso nel variare l’intestazione di un canone condivido la sua perplessità e il fatto che sarebbe più logico intestarlo a sua madre piuttosto che a lei

      sul lasciare il nominativo di suo padre per l’intestazione del canone penso sorga un problema di chi considerare responsabile in caso di mancato pagamento, per cui mi sembra ragionevole che alla Rai vogliano un intestario in vita
      che io sappia, solo nel caso di utenze telefoniche è possible avere come intestatario un defunto ma solo per quanto riguarda il nominativo da inserire sull’elenco telefonico…

      riguardo la minaccia di sanzioni etc. etc… finchè ha in suo possesso le ricevute non me ne preoccuperei…
      potrebbero obiettare che non avete prontamente provveduto a modificare l’intestatario del canone, ma il fatto che avete pagato regolarmente finora di sicuro prova la vostra buona fede e un comportamente corretto…

      per semplicità le suggerirei di rispondere alla lettera indicando il nominativo (suo o di sua madre) cui far intestare il canone, senza dar peso al resto della lettera (insomma, far finta che gentilmente e educatamanete vi hanno chiesto a chi intestare il canone)

      a presto
      Bruno

  22. Marco ITALY Windows XP Google Chrome 18.0.1025.168 says:

    Salve,
    Leggendo questo sito e le varie richieste dei lettori, mi sono sorte alcune domande su diversi argomenti.

    Chiedendo la sigillazione dell’apparecchio televisivo, è possibile che venga un operatore a sigillare l’apparecchio? In che modo viene sigillato?

    E’ mai capitato che la Rai si presenti in una casa con un mandato insieme alle forze dell’ordine per verificare che non ci siano tv? (essendo un imposta statale, potrebbero richiedere dei mandati di perquisizione?).

    Se si possiede una tv non funzionante e si dichiara di non avere tv, durante una vista dell’operatore risulta comunque una tv?
    So che un’operatore non può ntrare senza mandato, ma sono solo curiosità.
    Grazie anticipatamente e i miei complimenti per il sito.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      1) è possibile che venga un operatore a casa per sigillare l’apparecchio
      2) la sigillazione consiste nel rinchiudere l’apparecchio televisivo dentro un sacco di juta e sigillare il sacco (penso con con spago e piombino)…
      la data della sigillazione deve essere preventivamente concordata fra le parti, il funzioanrio non ha diritto a entrare in casa ed è tenuto per legge a sigillare l’apparecchio immediatamente fuori della soglia di casa sua (dove lei gli porterà l’apparecchio)… se il funzionario si rifiuta lei ha il diritto di chiedere che firmi una ricevuta in cui il funzioanrio dichiara che si rifiuta di sigillare l’apparchhioda lei posto immediatamente fuori casa… se il funzionario si rifiuta di firmare tale ricevuta è consigliato consiglio procedere con una segnalazione o una denuncia alla Guardia di Finanza nei confronti del funzioanrio, questo per tutelarsi nel caso in cui la rai accusi lei di essersi rifiutato di portare a compimento la procedura
      3) in teoria un funzionario rai potrebbe ottenere da un giudice un mandato per entrare in una casa privata e verificare l’esistenza di un televisore non registrato… che io sappia mai nessun giudice ha autorizzato una perquisizione per questo motivo…
      4) se un televisore non è funzionante non saprei… vale il punto precedente sull’operatore che entra in casa

      grazie per i complimenti
      Bruno

  23. veronica ITALY Windows 7 Google Chrome 18.0.1025.168 says:

    io mi sono trasferite da un mese e nn sò come bloccare l abbonamento nell’abitazione di prima,al momento completamente vuoto!!e ho un modo per nn pagarlo nella casa nuova?grazie Veronica

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      sul sito della Rai dovrebbe esserci un modulo per comunicare il cambio di residenza e quindi il trasferimento dell’abbonamento (che è nominativo) alla nuova residenza

      per non pagare più il canone, una volta ultimata la procedura per il cambio di residenza relativamente al suo abbonamento, può fare richiesta di sigillazione dell’apparecchio… la procedura la trova descritta in questo sito
      le suggerisco di fare la richiesta dopo l’estate, in modo che dal 2013 lei non debba più pagare l’abbonamento
      le raccomando di conservare accuratamente copia di tutte le comunicazioni relative alla richiesta di sigillazione

      a presto
      Bruno

  24. mario ITALY Windows 7 Google Chrome 18.0.1025.168 says:

    salve. da dicembre 2010 sono separato legalmente. qualche giorno fa mi è arrivata una raccomandata (all’indirizzo della mia nuova residenza) di equitalia nella quale mi si richiede il pagamento del canone rai per l’anno 2011. poichè non ho fatto il cambio di intestatario, la mia ex moglie ha pensato bene di non pagare e soprattutto di non comunicarmelo. ora mi ritrovo a dover pagare il canone per la mia ex, che usufruisce del televisore che io ho lasciato a casa. da premettere che nella mia nuova casa non ho il televisore. come mi devo comportare? tra l’altro rischio che mi arrivi un’altra richiesta di pagamento anche per il 2012, perchè sono sicuro che la mia ex non ha pagato neanche il canone per quest’anno.
    spero in una Sua risposta e, ringraziandola, La saluto cordialmente.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      come prima cosa le direi di definire univocamente chi è il titolare dell’appercchio televisivo in questione…
      possibilmente cerchi di avere della documentazione scritta che attesti inconfutabilemnte se lei è o meno da ritenersi il proprietario del TV

      se lei non è il proprietario, può comunicare la cosa alla rai e intimare di cancellarla dal registro degli abbonati in quanto non ha alcun apparecchio TV, per le ingiunzioni ricevute può pagarle giusto per chiudere la faccenda oppure può esplorare la possibilità, avvalendosi probabilmente di un legale, di addebitare la spesa a sua moglie

      se lei è il proprieatario dell’apparecchio può portarselo a casa sua, comunicare il cambio di locazione del TV alla rai se a loro non risultasse, quindi procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio (su questo sito trova la procedura da seguire)… in questo modo dal 2013 non dovrebbe più pagare il canone

      sottolineo che, a mio parere, dovrebbe definire in maniera chiara chi è da ritenersi propriatrio dell’apparecchio Tv in questione

      a presto
      Bruno

      • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

        salve,

        lei è mai stato iscritto nel registro degli abbonati rai ?

        se non lo è mai stato può continuare a ignorare le lettere semplici e considerare la faccenda solo quando le comnicheranno qualcosa tramite raccomandata

        se lei è stato abbonato Rai ha comunicato qualcosa, tipo cambio di residenza? oppure ha semplicemente iniziato a non pagare il canone da quando si è trasferito tre anni fa ?

        a presto
        Bruno

        • mario ITALY Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.52 says:

          prima di separarmi l’abbonamento era intestato a me. quando sono andato via non mi son portato il televisore e non ho fatto alcuna comunicazione. ovviamente la rai ha “seguito” me e la cartella è arrivata a me.

          • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

            nella sua situazione, come pima cosa le consiglierei di mettersi in regola con i pagamenti

            subito dopo può procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio per non dover più pagare il canone Rai a partire dall’anno prossimo

            per non correre rischi però le consiglio vivamente di rientrare in possesso del suo televisore o, in alternativa, cederlo gratuitamente alla sua ex-moglie mediante una dichiarazine di cessione da farle firmare

            nel malaugurato caso in cui la sua ex-moglie non intenda permetterle di riprendere il suo televisore e si rifiuti di firmare una dichiarazione in cui lei le regala l’apparcchio (trasferendone quindi la titolarità) le suggerisco di procedere per vie legali contro la sua ex-moglie per definire chi sia il titolare dell’apparecchio

            a presto
            Bruno

  25. francesca ITALY Windows 7 Internet Explorer 8.0 says:

    Salve, il mio quesito è il seguente: ho cambiato residenza da un anno e mi è arrivata la notifica di equitalia per il canone rai 2011 che dovrò sicuramente pagare. Dove risiedo adesso è di proprietà di mia madre e io sono commodataria insieme a mio marito, mia madre paga regolarmente il canone rai e lo ha pagato anche nel 2011 e 2012 che devo fare io? Posso fare il cambio di residenza e spiegare la situazione?
    Grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      se lei ha già cambiato la residenza, spostandola presso la casa di sua madre, può comunica re il cambio di residenza alla rai e chiedere la chiusura dell’abbonamento.

      se la rai dovesse sollevare problemi o appellarsi a dei cavilli burocratici, può firmare una dichiarazione con cui dichiara di cedere a sua madre il televisore che aveva nella casa precedente, quindi comunicare alla rai la cessione dell’apparecchio e chiedere peratbto al chisura del suo abbonamento

      (vedi http://www.managai.net/disdire-il-canone-rai/come-fare-la-disdetta/#comment-7857)

  26. Massimo Lippi ITALY Windows XP Internet Explorer 8.0 says:

    Buongiorno, volevo sapere il modo per revocare il canone tv di mia madre, visto che entra in una casa di riposo per anziani e
    dunque la televisione non sarà più con lei.
    grazie
    M. Lippi

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      sul sito della Rai non sono indcate procedure specifiche per il suo caso
      http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/IlCanoneOrdinari.aspx

      potrebbe agire in due modi:
      1) cambiare la residenza di sua madre spostandola a casa sua (dove presumo già pachi l’abbonamento) oppure presso la casa di riposo, quindi procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio a casa di sua madre

      2) comnicare alla Rai la cessione da parte di sua madre asuo favore dell’apparecchio televisivo e chiedere quindi la disdetta dell’abbonamento intestato a sua madre a seguito della ceessione dell’apparecchio

      per il primo modo può seguire le istruzioni su questo sito, per il secondo modo può consultare la pagina del sito rai su indicata

      a presto
      Bruno

  27. antonio ITALY Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.46 says:

    salve ,un informazione a riguardo , io da dicembre risiedo con un mio amico che di suo paga già il canone , come devo fare per disdire il mio abbonamento visto che convivo con lui? grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      come prima cosa dovrebbe effettuare il cambio di residenza, spostandola presso la casa del suo amico,
      quindi comunicare alla rai il suo cambio di residenza, infine chiedere la chiusura del suo abbonamento perché residente in una abitazione
      dove il canone viene già pagato….

      probabilemente potrà portare a termine tutte le operazioni entro novembre, in modo da non dover più pagare il canone rai a partire dal 2013

      a presto
      Bruno

  28. Andrea Genova ITALY Windows 7 Internet Explorer 8.0 says:

    Buongiorno gentilissimo Sig. Bruno, scrivo per spiegare la mia situazione, sono come il Sig. Carlo Rosato abbonato Sky ma per una questione di principio non intendo pagare ingiustamente il canone RAI in quanto lo ritengo un sopruso, da quando mi sono trasferito presso la mia nuova abitazione , circa 3 anni fa, ho sempre puntualmente ricevuto comunicazioni RAI (mai tramite raccomandata) per effettuare il primo pagamento che mai ho preso in considerazione, ieri mattina 23/05/2012 però, ed è la prima volta, trovo nella cassetta delle lettere un bollettino RAI compilato a mano con l’importo di 77,51 Euro da pagare sul c/c 9100 all’agenzia entrate ufficio TO1 – SAT – SPORTELLO ABBONAMENTI TV – NUOVO ABBONAMENTO PRIVATO ALLA TELEVISIONE per il periodo dal 05/12 al 12/12, “Da esibire con il versamento di c/c effettuato, ad eventuale verifica ispettiva. Il pagamento annulla i precedenti bollettini non pagati. Beneficia l’utente mai abbonato, il versamento va effettuato entro il 31/05/2012” , sempre scritto a mano “per informazioni rivolgersi a : un numero di cellulare” come mi devo comportare? Grz 1000

  29. Gabriele ITALY Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.52 says:

    Salve Bruno,
    grazie per il suo lavoro e il suo tempo, le espongo la mia situazione.
    Ho da poco cambiato residenza, passando da casa dei miei a vivere da solo.
    Preciso di essere l’unico residente del mio appartamento, di cui però fa liberamente uso anche la mia ragazza (residente dai suoi genitori).
    Proprio lei oggi ha ricevuto visita di un incaricato rai che le ha lasciato un bollettino compilato con i miei dati per l’attivazione di un nuovo canone, chiedendole poi una firma per l’avvenuta consegna del bollettino (a dire dell’incaricato).
    Ora vengo invece a sapere dal web che quella firma è una dichiarazione di possesso di un apparecchio televisivo.
    In casa c’è effettivamente un televisore, donatomi giusto l’altro giorno, per il quale però non intendo pagare quella che in molti riteniamo una tassa vessatoria ed immotivata.
    Qual’è il suo consiglio? Ignorare il bollettino e/o aspettare eventuali solleciti oppure pagare ed in un secondo tempo (entro novembre 2012) fare richiesta di suggellazione cessando il pagamento dell’abbonamento?
    Nel caso ritenga più opportuno pagare ho un altro dubbio, il bollettino è stato compilato con decorrenza da maggio 2012, ma non è indicata da nessuna parte la scadenza per effettuare il versamento. Sono dieci giorni dalla ricezione (avvenuta in data odierna) oppure entro la fine del mese di decorrenza (nel qual caso sarei già in mora essendo oggi fine mese)?
    La ringrazio ancora e spero di non essere stato troppo nebuloso.
    Cordialità!

  30. Gabriele ITALY Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.52 says:

    Giusto per precisare, non sono mai stato iscritto nel registro degli abbonati e non ho mai ricevuto richieste o solleciti finora.
    Inoltre il televisore è stato acquistato, presentando dati e codice fiscale al momento dell’acquisto, da una terza persona regolarmente abbonata che me lo ha poi dato in usufrutto gratuito…

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      a seguito della visita di un incaricato Rai probabilmente la sua ragazza ha fatto la cosa miglio re, ovevro ha dichiarato la realtà dei fatti
      (una dichiarazione mendace la avrebbe posta in una situazione difficile da sostenere a seguito di ulteriori azioni da parte della rai)

      il mio consiglio è quello di pagare il canone relativo al 2012
      una volta effettuato il pagamento, può procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio secondo le modalità riportate su questo sito

      in questo modo dal 2013 non dovrà pagare il canone e sarà comunque in regola

      le consiglio di legegre sia la procedura riportata sul sito sia i vari commenti
      al fine di avere ben chiaro cosa comporta la procedura

      le rammento che, una volta richiesta la sigillazione dell’apparecchio, l’eventuale visita di un funzionario Rai potrà avvenire solo dopo aver concordato con lei un appuntamento e che il funzionario non ha alcun diritto di entrare in casa sua

      a presto
      Bruno

  31. Marco ITALY Mac OS X Safari 533.22.3 says:

    Salve, avrei un quesito da porle.
    Nel 2005 sono venuto ad abitare con la mia compagna, cambio di residenza e stato di famiglia.
    Non sapevo di dover disdire il vecchio canone rai della casa in cui abitavo prima, così ad un certo punto nel 2006 mi è arrivato un avviso di pagamento dell’anno 2005, io chiedo di fare la disdetta del vecchio canone, visto che lo pago nella nuova abitazione, allora mi dicono che prima devo pagare gli arretrati non pagati, giustamente li pago e poi faccio la disdetta.
    Tutto risolto?
    Invece no…. oggi mi arriva un avviso di mancato pagamento del canone del 2003.
    Io davvero non ricordo se l’ho pagato, e i bollettini della vecchia casa non li trovo più.
    Se devo pagare pagherò, ma solo se devo.
    Premetto che mi è arrivato l’avviso per posta ordinaria.
    Grazie in anticipo dell’aiuto.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 12.0 says:

      salve,

      che io sappia c’è un limite di tempo entro il quale si è tenuti a conservare le ricevute di pagamento

      io mi ricordo che tale limite è di 5 anni, però potrei sbagliarmi e il limite essere 10 anni
      le dichiarazioni fiscali per esempio vanno conservate per almeno 5 anni

      le consiglio di informarsi meglio sul limite di tempo entro cui si possono chiedere i pagamenti arretrati per una tassa (tale è il canone rai)

      se il limite è di 5 anni può tranquillamente ignorare la richiesta

      se il limite è di 10 anni può invece attendere fino a una comunicazione tramite raccomandata

      a presto
      Bruno

  32. Fabio ITALY Windows 7 Google Chrome 19.0.1084.56 says:

    Salve sig, Bruno, volevo sottoporle 1 quesito inerente all’abbonamneto rai di una persona anziana (mio nonno) 85 anni che vive solo in casa e paga il canone (tranne quest’anno mi sembra), ma che purtroppo a causa delle pessime condizioni di salute saremo costretti io e mio fratello (eredi diretti a causa della morte di nostra madre,unica figlia) a ricoverarlo presso una struttura assistenziale x anziani in quanto necessita di cura ed assistenza continua xkè allettato e non in grado di svolgere alcuna attività quotidiana.Preciso ke sarà ricoverato a tempo pieno e risiederà li. Kiedo come procedere alla disdetta in questo caso? Considerando ke lui sta in affitto e ke tutto ciò ke ci sta nella sua abitazione verrà buttato,in quanto si tratta di mobili e quant’altro vekki e ke nn interessano ne a me ne a mio fratello anke a causa della distanza dalla sua abitazione.Tra l’altro non posso recepire neanke la sua documentazione,non vorrei fare 700 km per questo motivo.Mi può dare qualke suggerimento?Grazie Fabio!

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 13.0 says:

      salve,

      se il televisore di suo padre è vecchio è volete buttarlo potete consegnarlo presso un quasiasi rivenditori di elettrodomestici per la rottamazione
      è importante smaltirlo in questo modo per farsi rilasciare una ricevuta che attesti la dismissione del televisore
      lo smaltimento di un elettrodomestico in questo modo è assolutamente gratuito e il negoziantge è obbligato a ritirare il suo vecchio televisore in quanto lo smaltimento è stato da lei già pagato con il contributo RAEE (non mi ricordo a quale tassa è accorpato)
      le suggerisco di recarsi presso un Mediaworld o Trony o un qualsiasi grande distributore

      una volta ottenuta la ricevuta dello smaltimento del televisore, suo padre può chiedere la chiusura dell’abbonamento Rai perchè non più in possesso di apparecchi televisivi… la ricevuta dello smaltimento va allegata alla domanda

      le raccomando di conservare una copia sia della ricevuta dello smaltimento del TV sia della richiesta di disdetta alla Rai

      invece che smaltire il TV, suo padre può anche cederlo a titolo gratuito a qualcuno
      in tal caso deve farsi firmare dal beneficiario una ricevuta attestante la cessione
      e seguire la procedura come su indicato

      a presto
      Bruno

  33. raffa ITALY Windows XP Google Chrome 19.0.1084.56 says:

    salve,
    ho un problema con il canone rai. 5 anni fa è venuto a mancare mio padre e nello stesso periodo si è rotto il tv. da un po’ di tempo arrivano bollettini da pagare intestati a mia madre che pero’ non ha mai fatto alcun cenno di voler riaccendere un tv visto che usa benissimo internet. cosa posso fare? devo disdire? devo pagare il canone di quest’anno?

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 13.0.1 says:

      salve,

      la rottura della TV non comporta automaticamente la disdetta dell’abbonamento.
      il non accendere la TV non comporta l’esonero dal pagamento del canone
      il fatto che il canone precedentemente intestato a suo padre adesso sia intestato a sua madre è normale, infatti il canone rai è una tassa (dovuta per il possesso di apparecchi atti alla riproduzione di segnali audiovisivi), non un contratto per l’erogazione di un servizio (come per il telefono o l’energia elettrica), pertanto la tassa è stata addebitata a sua madre

      riguardo i bollettini arretrati le suggerisco di pagarli
      contestualemte le suggerisco di procedere con la disdetta dell’abbonamento in modo da non doverlo più pagare a partire dal 2013

      nel suo caso può portare il vecchio apparecchio televisivo presso un qualsiasi rivenditori di elettrodomestici (le suggerisco una grande catena tipo Trony o Mediaworld) e consegnarlo per la rottamazione
      il servizio è gratuito e il negoziante è obbligato a ritirae l’apparecchio (lo smaltimento lo abbiamo già pagato grazie a una tassa chiamata contributo RAEE)
      le raccomando di farsi rilasciare una ricevuta attastante lo smalitimento della TV, infatti con tale ricevuta potrà chiedere la disdetta dell’abbonamento in quanto non più in possesso di un apparecchio televisivo

      dimenticavo… mi spiace ma deve pagare il canone per il 2012

      a presto
      Bruno

  34. Enrico ITALY Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    Buon giorno,
    a breve andrò a vivere con la mia nuova compagna. Tutte e due cambieremo residenza e abbiamo qundi anche due abbonamenti RAI. Cosa dobbiamo fare??? Almeno uno dei due si può chiudere? In che modo o procedura?
    Grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 13.0.1 says:

      salve,

      se ho ben compreso, lei e la sua compagna andrete a convivere in una nuova residenza
      purtroppo nello stato italiano le convivenze esistono ma non vi è un quadro normativo che le equipari, almeno sotto alcuni aspetti pratici e di vita quotidiana, alle famiglie, quindi non credo che alla Rai abbiano predisposto una procedura per una situazione come la sua

      nel suo caso le suggerirei i seguenti passi (presupponendo che non intendiate buttare o dismettere i televisori):
      1) cambio di residenza nella nuova abitazione e comunicazione alla Rai, sia per lei che per la sua compagna
      2) uno dei due cede il suo apparecchio televisivo all’altro e firma una dichiarazione attestante la cessione
      3) chi ha ceduto l’apparecchio richiede la disdetta dell’abbonamento a seguito della cessione dell’apparecchio (la dichiarazione va allegata alla richiesta)

      in questo modo dal 2013 pagherete un solo abbonamento Rai

      spero di averle dato un sugegrimento utile, ad ogni modo non esiti a chiedere se ha delle altre domande

      a presto
      Bruno

  35. Renèe ITALY Windows Vista Google Chrome 20.0.1132.47 says:

    Salve, oggi si è presentato a casa mia un funzionario Rai per consegnarmi un bollettino compilato a mano con la cifra segnata per regolarizzare la mia posizione. Ho ricevuto qualche lettera NO RACCOMANDATA che ho ignorato e che ho detto di non aver mai ricevuto al tizio in questione.Ho chiesto spiegazioni e dopo avermi fatto vedere un foglio con il timbro della polizia che in poche parole dava una delibera per queste operazioni (non so se era vero dato che si possono creare dei documenti falsi tranquillamente)ho detto che mi sarei informata in merito facendomi lasciare il suo nome e cognome e numero di tesserino.Per prendere il cedolino ho firmato con uno scarabocchio illegibile una cartellina dove si poteva anche dichiarare di non avere apparecchi.Onestamente volevo portare alla Polizia questo bollettino perchè temo che siano truffe… Ho un pc, una linea fastweb che mi consente di vedere anche i programmi come Sky.Cosa posso fare? Ovviamente sono stata minacciata in modo sottile che verranno tra sei mesi a farmi i controlli.Ringrazio in aticipo >Renèe

  36. massimo ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 13.0.1 says:

    buongiorno,qualche giorno fa e’ passato a casa della mia ragazza l’omino della rai,ho aperto io la porta,la mia ragazza non poteva in quel momento,l’omino mi ha lasciato il bollettino da pagare il canone e mi ha fatto firmare (ho firmato con il mio cognome ) dicendomi che era per aver ricevuto il bollettino,ho letto pero’ che la firma vuol dire possedere un televisore,quindi la mia ragazza deve pagare anche se ho firmato io??premetto che non viviamo insieme e non ho la residenza a casa sua.grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 13.0.1 says:

      salve,

      come regola generale le consiglio di non firmare mai un documento senza prima averlo letto attentamente
      nel suo caso, mi pare di capire che ha firmato una dichiarazione di possesso di un televisore

      a norma di legge la sua ragazza potrebbe contestare tale dichiarazione dicendo che lei (massimo) ha dichiarato il falso
      tale opzione la sconsiglio per due motivi:
      1) metterebe lei (massimo) in una spiacevole situazione in quanto reo di falsa dichiarazione
      2) alla sua ragazza, che presumo abbia un televisore in casa, comunque verrà choiesto se ha un TV… alla domanda precisa consiglio vivamente di non mentire
      il fatto che lei non vive con la sua ragazza non i pare rilevante, poiché il punto è che lei (maggiorenne) ha firmato una dichiarazione e che questa dichiarazione corrisponde al vero non potrebbe nemmeno invocare quindi la circuizione o l’inganno da parte del funzionario rai)

      la soluzione più pratica potrebbe essere quella di attendere il bollettino da parte della rai,
      pagare il canone per l’anno in corso e procedere con la richiesta di sigillazine subito dopo aver pagato il primo (e le auguro unico) anno din canone

      a presto
      Bruno

      • massimo ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 13.0.1 says:

        Grazie Bruno.La mia ragazza realmente non possiede un televisore,mi sembra assurdo dover pagare solo perche’ io che potrei non essere nessuno ho firmato, ( io in buona fede,lui con l’inganno )comunque faremo cosi.grazie ancora,ciao.

  37. cristina ITALY Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    Salve,
    2 anni fa è venuta a mancare mia mamma, titolare dell’abbonamento rai. L’anno scorso, ho inviato una raccomandata allo sportello rai nel quale, attraverso prestampato ho compilato e poi inoltrato, tramite raccomandata, la disdetta.
    La rai, per tutta risposta, ha inviato dopo mesi una comunicazione intestata a me nella quale mi chiede di pagare il canone rai. Mi chiedo, io non ho dato nè il mio consenso, nè ho messo mai alcuna firma, ho soltanto mandato una comunicazione scritta al computer di disdetta per decesso. E’ possibile che possano mandarmi avvisi di sollecito pagamento quando nessun funzionario è mai venuto a casa mia a farmi firmare alcun contratto? quindi il fatto che si sono appropriati del mio nome e cognome senza il mio consenso cosa comporta? come devo comportarmi?
    io voglio pagare il canone ma rifiuto il fatto che siano loro ad impormelo in automatico, senza aver nemmeno stipulato un contratto.
    Cosa fare? grazie.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 14.0.1 says:

      salve,

      se lei vive nella stessa casa di sua madre e ne ha la residenza è normale che la Rai la consideri come subentrante all’abbonamento Rai precedentemente intestato a sua madre (non dico che sia il massimo della correttezza agire così, però di fatto è così che avviene e non sono a conoscenza di come fare ricorso per questa situazione)

      il canone rai è una tassa sul possesso di un apparecchio atto alla ricezione del segnale audiovisivo, quindi a meno che lei non abbia dichiarato la dismissione dell’apparecchio per il quale sua madre pagava il cannone, alla rai hanno giustamente considerato che lei, ereditando l’apparecchio, è tenuta al apgamento del canone.

      a meno che lei non trovi qualche informazione specifica sul suo caso (nel qual caso le sarei grato se volesse portarmene a conoscenza), io le suggerirei di pagare il canone come richiesto dalla Rai, quindi procedere alla disdetta del canone chiedendo la sigillazione dell’apparecchio (può seguire le istruioni riportate su questo sito)
      in questo modo dal prossimo anno non pagherebbe più il canone rai e in questo momento eviterebbe di imbarcarsi in una causa giudiziaria dall’esito inceerto (in effetti non credo che lei possa dimostrare di essersi sbarazzarta dell’apparecchio in seguito al decesso di sua madre, nè tantomeno credo che abbia dato comunicazione alla rai della di questa dismissione)

      spero di essrle stato utile
      a presto
      Bruno

  38. Renèe ITALY Windows 7 Google Chrome 20.0.1132.57 says:

    Salve, anche a me come è successo già a molti (leggendo qui) si è presentato fuori dalla porta l’omino Rai per consegnarmi a mano il bollettino per l’adeguamento al canone. Dato che non sanno se ho il tv o meno e da quando ce l’ho mi hanno scritto a mano una cifra che si aggira sui 60 euro da pagare entro dicembre. Questo tizio ha mostrato una dichiarazione della polizia che autorizza loro a fare questa operazione domiciliare.Ho ritirato il bollettino, mettendo uno scarabocchio e mi sono recata alla polizia per informarmi sulla veridicità di questi fogli che mostrano i tizi che van girando per case. Ovviamente hanno negato, loro non rilasciano nessun documento di questo tipo al massimo escono loro o la finanza per i reali controlli. Ora, vorrei capire cosa devo fare, la polizia mi ha detto di non pagare ma cosa duccederà poi l’anno prossimo??? Grazie in anticipo Renèe

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 14.0.1 says:

      salve,

      mi pare molto strano che la polizia rilasci una autorizzazione a svolgere controlli domiciliari
      se lo ritiene opportuno può denunciare l’episodioa alla polizia (è sempre utile avere delle carte per poter dimostrare quanto avvenuto)

      nel merito della sua questione, supponendo che lei abbia un televisore in casa e che la persona che le si è presentata sia realmente un funzionario della rai,
      poichè lei ha firmato una dichiarazione le suggersico di pagare il bollettino che le è stato recapitato,
      poi, non appena riceverà il libretto relativo all’abbonamento rai, può procedere alla richiesta di sigillazine dell’apparecchio in modo da non dover pagare il canone a partire dal prossimo anno

      potrebbe anche contestare una richiesta di pagamento del canone, però in tal caso si troverebbe in una posizione scomoda qualora avesse effettivamente un televisore a casa

      procedendo come le suggerisco invece pagherebbe una cifra non elevata e dal prossimo anno non dovrà pagare nulla e sarà anche in regola

      a presto
      Bruno

  39. Claudio ITALY Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    Salve,

    il mio nome e’ Claudio. Ho pagato il canone per circa due anni: 2007 e 2008.
    Mi sono trasferito a Ottobre del 2008 in un’altra regione d Italia attraverso compilazione cartolina abbonamaneto rai, poi ho deciso…… il 19 Dicembre ho inviato regolare raccomanda con ricevuta di ritorno in allegato il vaglia pagato per il suggellamento del televisore. Succesivamente a Gennaio del 2009 ho restituito il libretto di abbonamento sempre con una raccomandata con ricevuto di ritorno. Ho ricevuto in fine una loro comunicazione, semplice no raccomandata il 10 Febbraio 2009 in cui mi dicevano che per perfezionare la pratica e dare la possibilita ad organi come guardia di finanza e/o altri organi di controllo di entrare nell abitazione per verifcare e poter eseguire suggellameto del mio televisore. Inoltre chiedevano che avrei dovuto inviargli i domicili delle mie dimore e tipo di tv cosi come segnalare le tv e gli indirizzi dei miei famiglairi. A fine pagina, c’era un importo di euro 54,80 datato come periodo da saldare il 19 dic 2008 e 05 gennaio 2009 credo si dovuto al fatto che le raccomandate erano slittate di un mese.

    Ho poi aspettato qualche mese e da Maggio 2009 hanno incominiciato a inviarmi comunicazioni, lettere semplici come sempre, sino ad oggi ottobre 2012 dove dicono che la mia posizione è la seguente: anno 2009, 2010, 2011, 2012 non pagato per un totale di euro 333,00 circa e sanzioni 66,oo euro circa per un totale da pagare di euro 400,000….cosa posso fare…???

    Grazie anticipatamente per qualsiasi suggeriemento lei mi possa dare. Buona giornata Claudio

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 16.0 says:

      salve,

      la procedura che ha eseguito per richiedere la sigillazione dell’apparecchio è corretta

      il comportamento della Rai, per contro, è vessatorio poiché le richiede dei soldi senza avere titolo per farlo
      a me è capitata esattamente la stessa cosa

      può tranquillamente ignorare le richieste di denaro che le vengono recapitate a mezzo lettera semplice
      conservi tuttavia tutta la documentazione, sia quella relativa alla sua richiesta diosigillazione, sia le letter inviatele dalla rai

      dopo qualche anno anche alla rai capiranno che lei non pagherà perché sa che ha la legge dalla sua parte :)

      a presto
      Bruno

  40. fabio ITALY Windows 7 Google Chrome 22.0.1229.79 says:

    Ad agosto 2011 ho cambiato residenza e sono andato a vivere con mio figlio che già paga il canone (il 2011 io lo avevo già pagato) a settembre di quest’anno mi e arrivata un ingiunzione a pagare per il 2012 ,ho inviato una raccomandata con ricevuta di ritorno a S.A.T. casella postale 22 -10121 Torino spiegando il tutto reinviando in dietro il bollettino di c/c postale la ricevuta del pagamento fatto da mio figlio per il 2012 e consigliandogli di controllare all’anagrafe del paese in cui sono residente, Volevo sapere da te Bruno se la procedura e corretta

    Grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 16.0 says:

      salve,

      la procedura da lei eseguita mi sembra sostanzialmente corretta

      le rammento che a seguito del cambio d residenza lei avrebbe dovuto informare la Rai al fine di non ricevere più la richiesta di pagare il canone per la sua precedente abitazione

      ad ogni modo ritengo che lei abbia agito correttamente… le raccomando di conservare copia di tutta la documentazione per il periodo previsto dalla legge (5 anni), io ad ogni modo conservo copia di tutto per 10 anni… meglio cautelarsi :)

      a presto
      Bruno

  41. Bruno ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 12.0 says:

    Piacere Bruno :) Le chiedo un parere.
    Io vivo da sempre con i miei genitori. Qualche anno fa ci siamo trasferiti e loro hanno cambiato residenza mentre io no. Ora i miei genitori pagano il canone nella nuova residenza, mentre io che sono residente nella vecchia casa (che è comunque di nostra proprietà) ricevo regolarmente la richiesta di pagamento del canone intestato a mio nome. Fino ad ora non ho mai pagato. Come giudica la mia situazione?
    Grazie

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 16.0 says:

      salve,

      anzitutto le rammento che trascorsi 5 anni la rai il credito non è più esigibile (una sorta di prescrizione), quindi per i bollettini a più di 5 anni fa non si deve preoccupare

      le richieste di canone che riceve sono intestate a suo nome,
      lei ha mai ricevuto la richiestaa di canone tramite raccomandata?
      tutte le richieste che le sono pervenute tramite lettera normale (non raccomandata) può tranquillamente ignorarle

      per il futuro, secondo me, può seguire due vie:
      1) attendere gennaio 2013, pagare il canone relativo al 2013 e a settembre/ottobre 2013 procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio (come indicato su questo sito) in modo da non dover più pagare il canone a partire dal 2014

      2) ignorare tutte richieste di pagamento del canone fino a che non riceverà una raccomandata

      le raccomando di non permettere mai a nessun funzionario della rai (o sedicente tale) di entrare in casa sua per verificare la presenza di un televisore, anche se tale funzionario dovesse esibire un documento apparentemente emesso dalla fgurdia di finanza: solo un giudice può autorizzare un funzionario pubblico (ovvero un membro delle forze dell’ordine)a entrare incasa sua e per un ben preciso motivo… i funzionari della rai non sono autorizzati a entrare se non accompaganti da un poliziotto/carabienire/finanziere e solo dietro emissione di un’ordinanza di un giudice

      le raccomando inoltre di non firmare alcuna ricevuta esibitale da un funzioanrio rai… è un trucco che spesso adottano: fanno firmare una dichiarazione di possesso di un televisore ma all’gnaro cittadino non spiegano chiaramente cosa chiedono di firmare.
      in casa sua lei è padrone e nessun funzioanrio rai può fregiarsi del titolo di pubblico ufficiale, quindi il mio consiglio è di lascarli alla porta, non firmare alcunchè e lasciare a loro l’onere della prova che lei possiede un televisore

      a presto
      Bruno

      • Bruno ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 12.0 says:

        la ringrazio per la sua risposta.
        Ad oggi non ho mai ricevuto raccomandata a mio nome. Devo anche dire che comunque è capitato che il canone sia arrivato anche a nome di mio padre sia nella vecchia residenza che in quella nuova.
        Voglio comunque fare una domanda: prendere residenza in una abitazione impone per legge il pagamento del canone? Cioè, per legge, basta avere la residenza in una abitazione per essere costretti a pagarlo, o vi sono altri requisiti da soddisfare?

  42. nicoletta ITALY Windows Vista Google Chrome 22.0.1229.94 says:

    ciao bruno
    chiedo informazione a quale procedura devo avviare per disdire abb.to rai in quanto mi trovo ospite in casa di altri per problemi ma la residenza fiscale non e’ cambiata al televisore al momento ko e non avendo nemmeno il ddt …premetto che all’inizio del 2012 sono arrivate le lettere semplici (non a raccomandata ) con bollettino canone e sinceramente da me non pagati …ma all’ultimo arrivato di €114,32 in cui si scrive che se non ci fosse stato pagamento sarebbe stata avviata la cartella esattoriale ecc.ecc…
    e a ciò con rammarico ho effettuato oggi il pagamento per evitare eventuali problemi di sanzioni o eventuali fermi o pignoramenti….
    questi €115,00 purtroppo averli spesi per qst mi ha letteralmente seccato visto che il mio stato finanziario al momento molto scarso dato che senza lavoro da quasi un anno e non recependo nessun sussidio mi secca ulteriormente…
    mi scuso per lo sfogo
    ti ringrazio

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 16.0 says:

      ciao,

      puoi seguire la procedura indicata su http://www.managai.net/disdire-il-canone-rai/come-fare-la-disdetta/

      è la procedura dettagliata per richiedere la sigillazione dell’apparecchio televisivo, il che ti permettarà di non dover più pagare il canone Rai dal prossimo anno senza timore di conseguenze (la procedura è perfettamente legale e collaudata da anni da numerosissime persone)

      a presto
      Bruno

      p.s.
      comprendo il tuo sfogo…

  43. Lara ITALY Windows 7 Internet Explorer 7.0 says:

    Gentile Bruno , sto preparando quanto serve per chiedere la disdetta del canone ed il sugellamento del mio vecchio televisore.
    Ho pensato di fare il sugellamento piuttosto che la rottazione perchè se è vero che passa del tempo prima che venga un funzionario, intanto continuo a usare l’apparecchio, anche se molto poco ..
    Se la mia richiesta viene accolta , in genere dopo quanto tempo vengono a sugellarlo ?
    Mettiamo che voglio prendere un televisore nuovo e il funzionario non è ancora passato a sugellare il vecchio cosa faccio ? lo metto in garage che aspetta per essere sugellato ?!
    Posso mettere subito la televisione in garage che aspetta il funzionario per essere sugellato, visto che non la guardo mai ?
    Il garage può andare bene come posto per quando verrà il funzionario ?
    Una volta sugellato che succede???
    potrei rompere il sacco e tirarlo fuori un’ altra volta il televisore !??
    devo tenermi a vita un televisore chiuso in un sacco ??
    o devo successivamente scrivere alla s.a.t che intendo smaltirlo ??
    Grazie mille

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 16.0 says:

      salve,

      1) la sua richiesta non può essere rifiutata se formulata seguendo la guida presente su questo sito
      2) non è detto che il funzionario venga…
      3) il funzionario deve preventivamente stabilire con lei un appuntamento
      4) può appoggiare il suo televisore dove preferisce, l’importante è che lo renda disponibile nella (remota) eventualità che il funuzionario venga a sigillare il TV
      5) il funzionario non ha nessuna autorizzazione a entrare in casa sua (può fargli eseguire la sigillazine sul pianerottolo di casa sua)
      6) una volta sigillato il TV, rimanendo nell’ambito della legalità, può rihciedere l’attivazione di un nuovo abbonamento, usare nuovamente il TV e far partire una nuova richiesta di sigillazione :)

      le raccomando di conservare copia di tutta la documentazine (lettere, ricevute delle raccomandate, etc..)

      a presto
      Bruno

  44. Gianluca Windows 7 Mozilla Firefox 17.0 says:

    Salve. Se ovviamente si risulta titolari di un abbonamento Sky non è compatibile una richiesta di cessazione dell’abbonamento?

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 18.0 says:

      il suo rapporto commerciale con Sly indica (ma non implica) che lei ha e usa un TV
      tuttavia lei può benissimo chiedere la sigillazione del TV (e di conseguenza non pagare più il canone a partire dall’anno successivo)

      fino a quando non verranno a sigillarle il TV lei ne conserva la piena facoltà d’uso, quindi potrà benissimo vedere Sky

      quando (se) lo sigilleranno, lei potrà subito dopo richiedere un nuovo abbonamento Rai e quindi de-sigillare il TV
      quindi un mesetto dopo potrà richieder nuovamente la sigillazione
      e così via…

      P.S.
      lei comunque è libero di pagare un abbonamento Sky anche se non ha un TV….
      comportandosi come le suggerisco inoltre agirà pienamente nella legalità

      a presto
      Bruno

  45. Max ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 17.0 says:

    Gentile signor Bruno,
    al momento vivo con i genitori, ma tra qualche mese andrò a vivere da solo.
    Io utilizzo sempre il PC sia per navigare che per guardare la TV tramite internet, quello che volevo sapere è: posso non pagare il canone, ignorando le eventuali comunicazioni? Oppure, come consiglia lei, di pagare comunque il primo anno e poi fare richiesta di suggellamento?
    Cosa è meglio fare?
    Grazie!

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 18.0 says:

      salve,

      se non ha in casa alcun televisore può ignorare le comunicazioni della Rai,
      riservandosi di rispondere solo quando le invieranno una raccomandata.
      Non avendo un televisore cui l’abbonamento possa fare riferimento,
      la procedura di sigillazione potrebbe divenire macchinosa (e dispendiosa, nel caso in cui le venissero
      addebitate spese da parte di equitalia…)

      spero di esserle stato utile
      Bruno

  46. Moreno ITALY Windows Vista Google Chrome 24.0.1312.52 says:

    Mio cognato è deceduto lo scorso agosto……viveva da solo e pagava regolarmente il canone………cosa debbo fare per non pagare il canone e non incorrere in problemi?

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 18.0 says:

      il canone dovrà essere pagato da chi erediterà il TV
      (la tassa è legata al possesso di una TV)

      se lei già paga il canone ed è l’erede del TV,
      invii una lettera alla rai allegando una dichiarazione
      relativa al fatto che il TV adesso è suo ma lei già paga il canone

      se lei non paga il canone ma è l’erede del TV inizialmente è tenuto a pagare il canone,
      in seguito può procedere con la richiesta di sigillazione

      a presto
      Bruno

  47. MATTEO ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 16.0 says:

    PER ESEMPIO SE IO HO 3 TELEVISORI IN CASA PIU’ SKY E NON VOGLIO PIU’PAGARE IL CANONE RAI PERCHE’ PAGO GIA SKY POSSO FARE LA RICHIESTA DI SIGILLARE UN TELEVISORE , O SANNO QUANTI TV HO IN MIO POSSESSO E DEVO SIGILLARLI TUTTI IN CASO DI LORO USCITA?

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 18.0 says:

      il canone è una tassa sul possesso di apparecchi atti alla ricezione di segnali audiovisivi… ovvero i TV
      penso che per un privato sia indifferente quanti TV possiede… il canone dovrebbe essere sempre lo stesso (ma non ne sono sicurissimo… forse se ne avesse 20 in casa la cosa sarebbe diversa, però 3 TV mi sembrano abbastanza normali)

      il fatto che risulti abbonato a Sky è un chiaro indice che lei possiede un TV
      però la domanda di sigillazione del TV la pone nella condizione di non dover più pagare il canone a partire dall’anno successivo,
      poco importa che il TV non venga sigillato perché questo è un compito che spetta alla Rai, non a lei
      fino a quando non verranno a sigillarle il TV lei potrà usarlo tranquillamente

      riguardo i TV… penso che debba basarsi solo su quello citato sul libretto dell’abbonamento RAI… se la Rai non conosce gli apparecchi di cui dispone non vedo perè glielo debba dire lei…
      ovviamente faccia attenzione a non firmare mai dichiarazioin mendaci….
      nel caso si faccia sigillare tutti gli apparecchi, quindi potrà subito dopo fare una richiesta di abbonamento, desigillare gli apparecchie dopo un mesetto richiederne nuovamente la sigillazione…
      nuovamente potrà usare i TV fino a che non verranno a sigillarli :)

      si legga glia rticoli sul blog e i commenti per essere ben informato sui suoi diritti e sulle prerogative che la Rai ha e soprattutto su quelle che non ha

      a presto
      Bruno

  48. mirco ITALY Windows 7 Internet Explorer 9.0 says:

    Save Bruno, un informazione.
    Ho cambiato residenza nel Luglio 2011, pagavo regolarmente il canone rai,
    poi “mia ignoranza” non ho disdetto il canone, ora nella mia nuova abitazione mi è arrivata cartella esattoriale da EQUITALIA con tasso di interessi etc da dover saldare l’anno 2011 e 2012. Ho provato a chiamare ma non riesco a venirne a capo. Secondo lei come devo comportarmi, devo pagare e basta o posso rivalermi del fatto che io non ha mai ricevuto avvisi o solleciti?Sono tenuto a dover interessi di mora? Nel frattempo la ringrazio Saluti

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 21.0 says:

      salve,

      premetto che non sono molto competente per darle un consiglio relativamente alla sua situazione…
      però posso dirle come mi comporterei al suo posto:

      non avendo comunicato alcunchè alla Rai (nè disdetta nè tantomeno cambio di residenza)
      lei risulta moroso relativamente al pagamento di una tassa (sebbene chiamato canone è una tassa)
      può essere che solleciti e avvisi le siano stati inviati al suo precedente domicilio… non so…

      ad ogni modo rimane il fatto che lei mi pare in difetto relativamente aql pagamento della tassa
      pertanto il mio consiglio è di saldare quanto richiesto da equitalia
      per poi procedere con la richiesta di sigillazione dell’apparecchio
      o in alternativa con la richiesta di disdetta del canone rai
      ( in tal caso dovrà essere in grado di produrre documentazione per dimostrare che fine abbia fatto il TV che usava nella sua precedente abitazione)

      Bruno

  49. andrea Windows 7 Mozilla Firefox 12.0 says:

    ciao Bruno,
    ho spedito la richiesta di suggellazione come indicato ed ora mi è stata recapitata la ricevuta di ritorno. a questo punto dovrei spedire anche il libretto tv. ma è necessario? come mai bisognerebbe farlo? sulle indicazioni riportate dalla rai per la procedura di suggellazione non è richiesto.
    altra domanda: attualmente la rai può sapere chi e dove sta utilizzando un televisore per la visione dei suoi canali? è una possibilità del segnale digitale terrestre?
    grazie infinite.
    ciao.

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 21.0 says:

      ciao Andrea,
      1) nel suo caso non è più necessario spedire il libretto TV (per inciso, io non l’ho fatto perché l’avevo smarrito)
      2) il digitale terrestre non permette di identificare chi riceve il segnale… l’unico modo con cui ciò potrebbe avvenire sarebbe utilizzare un decoder che, collegato a internet, invii dei dati…

      N.B. una volta effettuata la richiesta di sigillazione della TV, lei non è obbligato a non utilizzarla più o ad astenersi dal guardare i canali della rai… è la Rai che deve farsi carico di quanto previsto dalla normativa vigente e sigillare il suo TV…
      N.B. la normativa relativa al canone Rai può apparire logicamente fallace e a tratti scarsamente comprensibile… consideri che tale normative è alquanto obsoleta (risale al periodo fascìsta) e non è mai stata revisionata, sebbene richieste in tal senso siano state fatte da più soggetti (conprese associazioni di consumatori)

      spero di esserle stato utile
      Bruno

  50. andrea ITALY Windows 7 Mozilla Firefox 12.0 says:

    buonasera gentilissimo Bruno,
    riguardo al libretto non ho aspettato di leggere la sua risposta e l’ho spedito. speriamo di non aver incasinato la situazione.
    riguardo alla “tracciabilità” si trattava solo di capire se esistessero altri metodi legali per la rai di sapere se abbiamo oppure no un televisore per il quale farci pagare il canone. oltre a quello della verifica da parte di un loro incaricato.
    questo dubbio dopo che la mia compagna ha ricevuto al suo nuovo domicilio (nel precedente non era lei ad essere titolare del canone rai, e non è mai stata titolare) la seguente comunicazione rai: Facciamo riferimento alle nostre precedenti comunicazioni per ricordarle che a tutt’oggi non è pervenuta alcuna risposta utile alla chiusura della sua pratica, né risulta stipulato un abbonamento alla televisione.
    Le confermiamo pertanto che l’amministrazione finanziaria dello stato procederà agli accertamenti previsti dalla legge a carico dei detentori di apparecchi atti od adattabili alla ricezione dei programmi televisivi non abbonati (art. 1 R.D.L. 246/1938 e art. 27 L.223/1990).
    Per evitare il pagamento delle sanzioni conseguenti l’accertamento, (art. 9 DPR 26/10/1972 n. 641 e art. 19 comma 3 Dlgs n. 473 del 18/12/1997), è indispensabile che lei provveda a versare immediatamente l’importo di euro 113,50 dovuto per il periodo gen-dic 2013 …ecc. ecc..
    non ho idea (e nemmeno lei ricorda) cosa le sia stato comunicato dalla rai nella prima lettera, che è diventata introvabile. il dubbio è se si debba agire con qualche lettera oppure restare ad attendere altri sviluppi, tipo l’accertamento casalingo di qualche incaricato rai. quello che da fastidio è la presunzione di dare per certo che chiunque vada a vivere in nuovo domicilio abbia una tv o una radio.
    spero di essermi spiegato correttamente e la ringrazio per l’attenzione.
    saluti.

  51. mauro ITALY Windows Vista Google Chrome 28.0.1500.72 says:

    nel condominio dove vivo è venuto un funzionario rai che citofonava al portone di tutti i condomini. io quel giorno non ero neanche in casa e qualche mio vicino si è spacciato per me e ha firmato la consegna del bollettino con il mio nome. Ora mi continuano ad arrivare lettere dalla rai che mi intimano a pagare visto che la visita del loro funzionario ha constatato che io possiedo una tv. Quando a casa mia non è mai entrato nessuno e io personalmente non ho mai firmato niente. Mi dicono di pagare altrimenti mi mandano l amministr finanziaria a fare i controlli. Dimenticavo, le lettere son tutte ordinarie senza ricevuta di ritorno. come mi devo comportare…….grazie!!!!!

    • Bruno ITALY Ubuntu Linux Mozilla Firefox 22.0 says:

      salve,

      la sua situazione è particolare…
      purtroppo il suo vicino l’ha messa in un bel pasticcio perché adesso alla rai
      risulta che lei abbia firmato per la consegna del bollettino…

      potrebbe porcedere in due modi:
      1) dichiarare che lei non ha firmato alcun bollettino bensì che è stato il suo vicino a
      commettere un illecito (anzi un reato, se non sbaglio la sostituzione di persona)
      in tal caso però metterebbe nei guai il suo vicino, inoltre lei stesso, qualora
      dovesse effettivamente posseder un televisore, potrebbe essere soggetto ad accertamenti da cui emergerebbe
      la sua situazione… non le consiglierei di dichiarare il falso…

      2) fare buon viso a cattivo gioco e pagare il canone relativamente a quest’anno
      quindi dopo l’estate procedere con la richiesta sd sigillazione dell’appareccchio
      secondo le istruzioni riportate su questo sito

      se lei possiede un televisore le consiglio l’opzione 2

      se non lo possiede valuti concretamente l’opzione 1… in tal caso tenga
      in considerazione le possibili conseguenze per il suo vicino (che comque sia ha sbagliato a firmare a suo nome…)

      spero di esserle stato utile
      Bruno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>