come aprire una casa editrice

una piccola casa editrice può cominciare come una ditta individuale, quindi il primo passo da fare fatto è quello di aprire la Partita IVA. Se si sceglie di fare una società, bisogna, ovviamente, prima aprire la società e via dicendo (per tutte le questioni amministrative mi faccio seguire da un commercialista).
Secondo passo: recarsi in prefettura e iscriversi nel Registro degli Editori e Stampatori. L’iscrizione è gratuita. Si prende appuntamento per telefono, il tutto in 5 minuti.
Terzo passo: recarsi alla Camera di Commercio e comunicare l’apertura dell’impresa. Si paga la quota di iscrizione (intorno ai 100 euro).
Fatto. La casa editrice è aperta
Altri passi da fare: richiesta dell’ISBN (si va sul sito www.isbn.it e si fa tutto); se si vuole, chiedere alle Poste Italiane di poter usufruire della Tariffa Ridotta Editoriale.
Questo l’aspetto “burocratico”.

l’articolo è tratto da una discussione su Anoobi

This entry was posted in economia, Italia and tagged , . Bookmark the permalink.

8 Responses to come aprire una casa editrice

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *