un ministro adatto al suo ministero: Calderoli

Roberto Calderoli è forse il primo ministro al mondo a presiedere un Ministero per la semplificazione normativa (non mi vengono altri sempi di un tale ministero, sarei grato a chi me ne segnalasse uno analogo in una qulsiasi epoca e/o in una qualsiasi parte del mondo)

per ricoprire tale incarico dovrebbe avere delle competenze e delle attitudini a semplificare (anche se spesso in Italia i ministeri sono spartiti politicamente, non asegnati a persone competenti)

a mio avviso Roberto calderoli è una scelta azzeccata: lui ha effettivament una naturale propensione a semplificare… tutto… finanche le sue opinioni… finanche le sue azioni…

per esempio, sull’abolizione dell’ICI sulla prima casa, dice che è stato un errore abolirla, un errore da parte di tutti: da parte di tutti chi? chi sono tutti?

il tutti è la semplificazione fatta dal ministro per la semplificazione per dire che è stata abolita in omaggio alla demagogia di Berlusconi e in stretta osservanza dell’obbedienza al capo, obbedienza che viene ormai prima dell’ideale federalista che è il fine della Lega Nord (l’ICI è l’unica tassa federale, dato che direttamente ai comuni).

il giudizio sulla legge elettorale (incostituzionale!!) con cui staimo votando, chi meglio dell’autore può parlarcene? l’autore della lgge è lui, Roberto calderoli, mentre il suo giudizio è molto “semplice”

“La legge elettorale l’ho scritta io, è una porcata, serve per mettere in difficoltà destra e sinistra.”

più semplice di così si può solo abolilra… ma rimane il problma della fedeltà e dell’obbedienza a qualcosa che di sicuro non è il popolo italiano, nemmeno quella parte che abita al nord e gli ha permesso di poterci rappresentare

è anche molto semplificatore nel descrivere le sue colleghe nel servire il padrone…

che dire… un personaggio interessante questo Calderoli, semplice ma interessante

This entry was posted in Italia and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.