per non dimenticare Paolo Borsellino…

” La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità”  (Paolo Borsellino)

Il 19 luglio 1992, dopo aver pranzato a Villagrazia con la moglie Agnese e i figli Manfredi e Lucia, Paolo Borsellino si reca insieme alla sua scorta in via D’Amelio, dove vive sua madre.

Una Fiat 126 parcheggiata nei pressi dell’abitazione della madre con circa 100 kg di tritolo a bordo esplode, uccidendo oltre a Paolo Borsellino anche i cinque agenti di scorta, tra cui Emanuela Loi (prima donna della Polizia di Stato caduta in servizio),

This entry was posted in che schifo, citazioni, Italia, per non dimenticare, riflessioni and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *