dimettersi: Italia vs USA

il governatore si è dimesso.

“Chiedo scusa a tutti i cittadini di New York che hanno creduto in me e alla mia famiglia, che mi è stata vicina finora” ha detto Spitzer. “Ho sbagliato, mi dispiace di avervi deluso ma credo che ogni figura pubblica debba pagare le conseguenze delle sue azioni”. “Provo profondo rimorso”, ha aggiunto, “sono umano e ho sbagliato. La lezione che si può trarre è quella di cercare di migliorare e farò di tutto per farlo” (da repubblica.it)

che cosa può essere accaduto di tanto grave da far dimettere il governatore dello stato di New York?

rifiuti che sommergono la grande mela?

beccato a incassare e distribuire mazzette?

sotto processo per qualche reato di corruzione?

ma signori!

no…

Secondo quanto rivelato dal New York Times, a incastrare il politico sarebbe un’intercettazione telefonica dell’Fbi, durante la quale si sente il governatore di New York organizzare un incontro con una squillo ‘di lusso’ nella stanza 871 dell’hotel “Mayflower” di Washington il 13 febbraio scorso. (sempre da repubblica.it).

non scherziamo.

il governatore dello stato di New York, grande elettore di Hillary Clinton, alla vigilia della grande scelta per il presidente degli Stati Uniti (non quello del Lussemburgo, con tutto il rispetto, degli Stati Uniti…) si dimette. se ne va. non cerca scuse. “ho sbagliato”. non invoca punizioni per la “stampa comunista”, non dice che risponderà “alla sua coscienza” non prova a cambiare le leggi per ottenere prescrizioni o assoluzioni ad personam.

vogliamo volar basso? ricordate Cosimo Mele (ex Udc, il partito di Casini)?

quando beccarono Cosimo Mele con una signora a fare sesso droga e rock&rol Cesa (Udc) propose di istituire una  indennità parlamentare contro le tentazioni.

certo… l´america è uno strano posto, dove puoi mentire sull’Iraq ma non su una fellatio extraconiugale.

in ogni caso credo che piú di un governatore italiano dovrebbe dare un´occhiatina a quello che succede oltreoceano…

fonte: il governatore e lo scandalo

This entry was posted in Italia, Stati Uniti d'America and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.