maggioritario o proporzionale?

Io penso invece che i sistemi maggioritari, che impongono all’elettore una scelta di candidati più ridotta e impediscono la libera scelta (proprio perché la condizionano con l’utilità, e quindi falsano il risultato) siano davvero meno democratici. Questa non è solo una mia opinione (peraltro condivisa dal quasi tutti gli studiosi di sistemi elettorali) ma ha dalla sua alcune “prove indiziarie” molto forti: quasi tutti i paesi democratici adottano leggi proporzionali (se serve in futuro posso allegare la tabella, ma basta dire che in Europa solo Francia e Gran Bretagna adottano un maggioritario “puro”, a cui si aggiunge in una certa misura la Spagna che ha un sistema misto). Succede nei sistemi maggioritari (ed è successo in Italia quando avevamo il maggioritario) che vinca le elezioni la minoranza, e non la maggioranza, ma soprattutto l’affluenza alle urne nei sistemi maggioritari e’ costantemente più bassa che nei sistemi proporzionali, questo fatto è secondo me equivalente a dire che i primi sono meno democratici che i secondi, visto che la democrazia dei primi è meno partecipata.

Sul versante della governabilità, abbiamo moltissimi esempi di sistemi proporzionali stabilissimi (dalla Germani alla Turchia passando per tutto il mondo) e difatti non mi sembra che il resto dell’Europa sia afflitta dai nostri problemi di governabilità, e non mi sembra che i nostri problemi si siano per ora risolti, nonostante il susseguirsi di leggi elettorali. è poi una grossolana bugia dire che nel maggioritario si sceglie chi governerà e nel proporzionale no: in entrambi i casi si sceglie il partito di governo, contestualmente ai rappresentanti.

Per concludere, secondo me il voto “di cervello” dato “turandosi il naso” è dannoso: può produrre un effetto positivo nel breve periodo, vale a dire la vittoria di quello che ritengo “il meno peggio”, ma cosa succede dopo decenni di governo del “meno peggio”? è proprio l’effetto del “turarsi il naso per il meno peggio” quello che innesca crisi di affluenza nelle democrazie maggioritarie, e che allontana la gente dalla politica. La libera scelta dei rappresentanti è un pilastro della democrazia moderna.
Giacomo

dalla mailing list di VoiSieteQui del progetto OpenPolis

This entry was posted in Italia, riflessioni and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.