anche nel piccolo la legge non è uguale per tutti

Un ex presidente della Camera che froda la società di impianti sciistici utilizzando illecitamente lo skipass di sua figlia, nel nostro paese non fa notizia. E questa è la vera notizia.

Il fatto è accaduto durante le ultime festività (non si precisa quali) eppure ne ha dato conto solo su una testata locale (L’Alto Adige). Sulla stampa nazionale zero, niente di niente. Sarò un ingenuo ma, se fossi un giornalista, dopo il grande successo del libro “La Casta” di Stella e Rizzo, questa mi sembrerebbe una notizia ghiottissima, da prima pagina. Invece silenzio.

Non molto tempo fa si è montato giustamente un caso sull’aereo di Stato usato da Rutelli-Mastella & friends per andare a vedere il Gran Premio di Monza. Ma anche un fatto, indubbiamente minore come questo, non mi pare tuttavia meno grave, e non credo debba passare sotto silenzio: si tratta pur sempre di un reato penale. Casini è un importante personaggio politico (oddio), che è stato anche presidente della Camera: come può agire con tanta leggerezza? Casini se l’è cavata con una multa da 30 euro, probabilmente un signor nessuno si beccava anche una bella denuncia per truffa.

Come ha osservato giustamente Oscar Ferrari, una cosa simile in America avrebbe provocato dimissioni immediate. Qui in Italia ovviamente è pura fantascienza. E poi, dimissioni da cosa? Da parlamentare neanche per sogno: da noi non ci si dimette neppure con una condanna definitiva sul gobbo, figuriamoci per uno skipass.

Dal partito neppure, perché Casini non ha cariche, non è presidente e neppure segretario: è semplicemente “leader”, come sta scritto nell’organigramma del partito sul sito ufficiale dell’UDC.

fonte: Aghost
link: semplicemente leader

This entry was posted in che schifo, Italia and tagged , . Bookmark the permalink.

1 Response to anche nel piccolo la legge non è uguale per tutti

  1. Pingback:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *