Del Mistero Della Fede

Analizzando la realtà con raziocinio ci si preclude la possibilità di conoscere altri lati della realtà.

Non ci credo_E combatto questo pensiero.

L’errore più grande che si fa è quello di pensare alla razionalità come una fredda macchina che frantuma pensieri ed emozioni per farne leggi assolute e incontestabili_

Io nei misteri ci credo, ed è mistero ogni domanda a cui non si è data ( ancora ) risposta.

La questione è che certe domande sono imprecise, la questione è che per generare un “buon mistero” bisogna formulare una ” buona domanda. La domanda:-A che ora devo prendere il treno domani affinché domani muoiano meno persone possibile?

non è una buona domanda, e il fatto che non si possa rispondere non è un mistero, ma è conseguenza del fatto che non è una buona domanda.

Perché viviamo_é una buona domanda, ed ha una risposta.

Perché dentro di non sentiamo quello che sentiamo_è pure una buona domanda, ed il fatto che non trovo risposta genera un buon mistero, col quale convivo e combatto.

Ci sono poi quelli che danno risposta a questa domanda, forzando il linguaggio e quindi la logica, inventando “il gergo” e quindi la religione. L’unico mistero che sopravvive intatto in questo modo di vedere le cose é il mistero della fede, che fa convergere tutta l’attenzione verso l’entità che racchiude in se’ tutte le risposte.

DATEMI MILLE MISTERI DIVERSI, VOI TENETEVI PURE IL MISTERO DELLA FEDE

This entry was posted in riflessioni. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.