per la difesa dei valori cattolici

Sandra Lonardo: ‘Che tipo di incontro avete avuto (con Luigi Annunziata, direttore generale dell’Asl di Caserta, ndr)?’.

Carlo Camilleri: ‘Mi ha detto: ma perché ce l’hanno tutti con me? Io sono stato sempre a disposizione’.

Lonardo: ‘Allora ti dice cazzate, perché non è vero. È stato a disposizione di altri, certamente non di noi, ma tu che gli hai detto: non ti preoccupare che mo’ parlo io con Clemente e metto tutto a posto?’.

Camilleri: ‘No, assolutamente, come faccio io a parlare con Clemente e mettere tutto a posto?’.

Lonardo: ‘Assolutamente no, che ti ha chiesto lui?’.

Camilleri: ‘Facciamo questo incontro’.

Lonardo: ‘Allora, per quanto mi riguarda, lui è un uomo morto. E lo è anche per mio marito, quindi per cortesia tenetevene alla larga. Incontra pure chi vuoi dal punto di vista professionale ma dal punto di vista politico le cose passano attraverso di noi, perché essere presi per i fondelli da questa gente… se lo possono scordare’…”

(telefonata intercettata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere fra Sandra Lonardo, moglie di Clemente Mastella e il consuocero, ingegner Carlo Camilleri, imprenditore ed ex segretario provinciale dell’Udeur, 2007).

“Credo che anche questo sia l’amaro prezzo che, insieme a mio marito, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica. Basta vedere quello che è successo al Papa per capire cosa sta succedendo ai cattolici. Ne vogliamo parlare?” (Sandra Lonardo Mastella, presidente del Consiglio regionale della Campania, dagli arresti domiciliari, Repubblica.it, 16 gennaio 2008).

This entry was posted in che schifo, Italia and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.