Come rendere Ubuntu più performante – Swappiness Tuning

Uno dei colli di bottiglia nell’utilizzo di una qualsiasi distribuzione Linux, Ubuntu compresa, è la partizione di swap. La partizione di swap, che a volte può essere anche un semplice file, risulta essere fino a 100 volte più lenta della RAM. Questo è abbastanza ovvio…

Lo swap file viene controllato e gestito da una variabile del kernel chiamata “swappiness”. Questa variabile può essere valorizzata da 0 a 100. Il valore, più è alto, maggiore sarà la probabilità di scrittura sul file di swap.
Un modo per ottenere delle prestazioni migliori, consiste nel diminuire il valore di questa variabile. L’ “aumento di prestazioni” si nota soprattutto nei computer non di ultimissima generazione.

Swappiness Tuning

Dopo aver aperto il terminale da Applications > Accessories > Terminal, verifica il valore della variabile swappiness

sudo cat /proc/sys/vm/swappiness

di default, dovrebbe essere impostata a 60. Ora prova a cambiare il valore della variabile, modificandola a 10

sudo sysctl -w vm.swappiness=10

Ora prova ad utilizzare il sistema. Vedi se noti qualche miglioramento. Se hai un computer datato come il mio vecchio notebook ibm, dovresti notare un miglioramento.

Per rendere permanenti le modifiche, e ritrovarti le nuove impostazioni al reboot della macchina, devi modificare il file sysctl.conf contenuto nella directory /etc.

sudo gedit /etc/sysctl.conf

Modifica il valore della variabile “vm.swappiness” con il valore che hai provato precedentemente.

articolo tratto da Daniele Salamina’s Blog

This entry was posted in guide, ubuntu and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published.